lunedì 17 giugno 2013

Last Sacrifice

Richelle Mead

Titolo: Last Sacrifice – Vampire Academy
Autore: Richelle Mead
Editore: Razorbill
Prima edizione italiana: inedito
Prima edizione:7 dicembre 2010
Pagine: 594
Prezzo: Brossura - € 8,54

Bu-huuuuu!
*Pianto disperato*
«È finito, è finito!».
*Cerca di riprendersi*
*Non ci riesce*
*Ricomincia a piangere*

Qualche ora dopo…
Va bene, Viandanti! Credo di aver recuperato la lucidità necessaria per scrivere questa (ultima ma non proprio) recensione della serie di VA. Ultima perché, purtroppo, - trattiene la lacrimuccia – questo è l’ultimo capitolo della saga; non proprio perché, come forse già sapete, la Mead, nella sua immensa bontà e preveggenza, ha voluto dotarci di uno spin off su alcuni dei personaggi della prima saga, in particolare Adrian e Sidney.
Ma veniamo all’ultimo libro di VA.

Vi ricordo che se non avete letto i primi cinque la recensione è a RISCHIO SPOILER.
Alla fine del quinto libro avevamo lasciato la nostra Rose nei guai: accusata di aver assassinato niente meno che la regina dei Moroi, deve ora sottoporsi la processo per Alto Tradimento. Ma anche in questo libro la Mead non si accontenta delle cose semplici. Gli amici di Rose e suo padre, infatti, escogitano un piano per farla evadere con niente-di-meno-che Dimitri! Tornato dhampir da poco e in piena crisi esistenziale per i suoi trascorsi da Strigoi che gli hanno fatto compiere azioni imperdonabili, Dimitri si erge a difensore di Rose su richiesta di Lissa, sua salvatrice.
Ora, io non sono una fine psicologa, ma mi sembra piuttosto evidente che mettere quei due insieme in una macchina durante una rocambolesca fuga per salvarsi la vita non può che portare qualche piccolo problema nel rapporto con Adrian. Invece il nostro amore Moroi, lascia tranquillamente che la sua ragazza parta per nascondersi con la sua ex fiamma senza quasi battere ciglio. Adrian, tesoro, sei troppo buono per stare con Rose, vieni da me che è meglio!
Ad aiutarli nella fuga ritroviamo un personaggio già visto: l’alchimista Sydney. Se nei libri precedenti non mi aveva fatto un’impressione particolarmente buona, in questo ho potuto apprezzarla meglio e sono davvero curiosa di leggere cosa combinerà negli spin off.
I tre si nascondono in una cittadina spersa nel nulla, mentre Lissa e gli altri rimasti a Corte lavorano per trovare il modo di scagionare la nostra dhampir preferita. Ma ovviamente Rose non può rassegnarsi a starsene tranquilla, tanto più che prima di morire la regina Tatiana ha fatto in modo di lasciarle un biglietto in cui le diceva che la stirpe dei Dragomir (quella di Lissa) ha un altro erede di cui nessuno sa nulla, e che potrebbe far sì che Lissa abbia un voto nel Consiglio dei Moroi.
I tre fuggitivi partono quindi alla ricerca di questo fantomatico erede e non mancheranno gli incontri interessanti lungo la via a partire da Sonya Karp, l’ex insegnante di Rose trasformatasi in Strigoi per sfuggire agli effetti nefasti del potere dello Spirito, lo stesso che sta consumando Lissa e che ha creato il legame che lega quest’ultima a Rose.
Come in tutti gli altri libri, anche il sesto è un concentrato di azione e humor, cosa che me l’ha fatto amare quanto i primi. Eccone un assaggio:

I sighed: «Sometimes talking to you is like talking to myself: pretty damned annoying».

Sospirai: «A volte parlare con te è come parlare con me stessa: dannatamente irritante».


Il rapporto tra Dimitri e Rose si evolve e cambia lungo tutta la serie ma è in quest’ultimo libro che raggiunge finalmente una sorta di equilibrio. Non voglio fare troppi spoiler ma posso dirvi che sono piuttosto soddisfatta dal finale anche se ci sono un paio di cose che non mi sono piaciute o che avrei voluto diverse.
In particolare avrei preferito un finale diverso per Adrian; anche se so che nello spin off lo ritroveremo, ho desiderato una fine diversa per lui già da adesso.
Forse è solo perché mi è dispiaciuto finire la serie, ma avrei davvero voluto qualche approfondimento in più su alcuni personaggi, a partire da Eddie e Christian per arrivare a Sydney e Adrian. Senza contare che mi sarei aspettata almeno un breve cenno alla famiglia di Dimitri, che nel quarto libro lo piange come morto. Avrei voluto sapere di loro e della reazione alla scoperta che Dimitri è stato guarito grazie all’intervento di Rose.
Immagino che, come per molto altro, l’unico modo per saperne di più sia buttarmi sullo spin off, sperando di trovare qualche risposta almeno lì.
Finire Last Sacrifice è stato come restare un po’ orfana. Mi sono affezionata a quasi tutti i personaggi e dire loro addio è stato un piccolo dolore.
*Fissa gli spin off con sguardo bramoso*
Inutile dire che vi terrò aggiornate sul seguito…
Per concludere la serie: ecco i titoli riscritti appositamente da me per rendere l’idea di cosa la Mead abbia combinato alla mia sanità mentale:


È con somma soddisfazione, inoltre, che devo aggiornare la classifica della recensione precedente. Nonostante sia riuscita a fregarmi per quasi tutti i libri, in questo caso sono riuscita a capire prima di Rose cosa stava succedendo (non dirò che l’ho capito solo perché, avendo letto la trama del primo spin off, sapevo già cosa sarebbe successo). La classifica finale è stata dunque aggiornata a:
Mead 4 – Alaisse 1

Mi ritengo soddisfatta.
Sono sicura che nello spin off riuscirò a migliorarmi!

Il mio voto

5 specchi

EDIT: 17/02/2014
Last Sacrifice è stato pubblicato in Italia dalla Rizzoli il 5 febbraio 2014, con il titolo di L'ultimo sacrificio. Attualmente disponibile in formato ebook.

Alaisse
Questa recensione partecipa a Tributes Reading Challenge.

8 commenti:

  1. Domandina: ma gli ultimi due non ci sono in italiano vero? ç____ç E gli spin off?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non ancora. Gli ultimi due e gli spin off sono solo in inglese... Forse con l'uscita del film del primo libro (febbraio 2014 *O* ) andranno avanti con la pubblicazione anche in Italia.
      Se può aiutarti, la lettura in inglese non è complicata. Io non sono un'esperta ma l'ho trovato molto scorrevole^^

      Elimina
  2. Lo spero tanto che con la scusa del film escano i libri! Che poi che gli costa tradurli dato che ne restano solo due non l'ho proprio capito!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeh, per me le CE sono ancora un grande mistero... So che la serie non ha avuto molto successo in Italia e probabilmente è per quello che l'hanno interrotta, però è ingiusto interromperla così sul più bello T.T Facessero almeno l'e-book! Così non avrebbero spese di stampa... Ma non so come funzioni per queste cose. Bah! Speriamo che il film li convinca ad andare avanti!

      Elimina
  3. Io non riesco proprio a capire come mai in Italia non abbia avuto successo! Adoro questa saga <3 E condivido ogni tuo stato d'animo in tutti e 6 i libri ;) Sono anche d'accordo sulla famiglia Belikov, anch'io avrei voluto vedere la loro reazione. Invece, per quanto riguarda Adrian, Sidney e Eddie...ti consiglio davvero di leggere Bloodlines! Per ora sono usciti solo 3 libri, a novembre esce il quarto e saranno 6 in tutto...e parlano soltanto di loro e di Jill (che io amo)! Qualsiasi domanda tu abbia che li riguardi avrà una risposta! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *O* Davvero? Saranno sei??? pensavo che il quarto sarebbe stato l'ultimo! Oh, che bella notizia che mi hai dato *.*
      In realtà Bloodlines ce l'ho già.. è lì che mi aspetta da qualche mese, ormai, ma volevo aspettare l'uscita del quarto per leggerli tutti insieme. Solo che se ce ne saranno altri due dopo... tanto vale leggerli subito *.*

      Elimina
  4. ma alla fine dimitri e rose tornano insieme??????????

    RispondiElimina
  5. SPOILER
    Sì, altrimenti avrei bruciato il libro. O la Mead... non saprei.

    RispondiElimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.