mercoledì 15 maggio 2019

L’ho visto al Salone

Case editrici e libri scoperti al Salone del Libro 2019

Lunedì sera si sono spente le luci del Salone del Libro, ma ho visto sorrisi di soddisfazione e spritz levati per festeggiare e fissare i ricordi di una kermesse che ha dato tanto. Ho già raccontato le mie impressioni a caldo, ma non l’ho fatto bene per diverse ragioni: forse ci sarà tempo per approfondire.
A differenza di altri anni, ho voluto fare di questa edizione un’esplorazione degli spazi espositivi, delle case editrici che già conoscevo, anche se solo virtualmente, e di quelle che, invece, non avevo mai notato. Per questo motivo e per la voglia di stare con le mie amiche ho partecipato a tre incontri.
Certo, ad alcuni ho rinunciato all’ultimo, frenata dalle piccole sale in cui erano stati organizzati e dalle lunghe code. Nulla di male nelle file: ho fatto quelle a cui tenevo di più, ma ho cercato anche di spendere proficuamente il mio budget il mio tempo.
La mia quattro giorni (ho a malincuore saltato l’apertura) tra padiglioni e Oval, tra sfogliatelle, gelati, hamburger, pizze e aperitivi, ha allungato la mia wishlist e portato ad alcune scoperte e di questo vorrei parlare, se la smetto di perdermi in altre chiacchiere.

venerdì 10 maggio 2019

Il canto di Penelope

Recensione di Il canto di Penelope. Il Mito del Ritorno di Odisseo di Margaret Atwood

Margaret Atwood

Per vent’anni le mie preghiere non sono state esaudite, ma quel giorno avevo appena celebrato il solito rito e mi ero asciugata le solite lacrime, quando Odisseo entrò nel cortile trascinando i piedi.

copertina Il canto di Penelope

Titolo: Il canto di Penelope. Il Mito del Ritorno di Odisseo.
Titolo originale: The Penelopiad: The Myth of Penelope and Odysseus
Autore: Margaret Atwood
Traduttore: Margherita Crepax
Prima edizione italiana: Rizzoli - ottobre 2005
Prima edizione: Canongate U.S. - 5 ottobre 2005
Pagine: 153
Prezzo: cartaceo - € 13,50; ebook - € 7,99
Link d'acquisto

Odisseo. Brillante, arguto, intrigante. Famoso per le sue qualità al punto da superare il confine delle pagine omeriche. La sua insaziabile curiosità, la stessa che gli ha permesso di trovare spazio nella Commedia dantesca, è un carattere ben noto anche nella tradizione cinematografica e ad essa e a qualche divinità avversa sono da attribuire gli anni che tennero Odisseo lontano dall’amata e impervia Itaca.
Negli anni della guerra di Troia e del nostos, Odisseo aveva lasciato molto più di un regno: a Itaca viveva, infatti, Penelope, giovane sposa e madre dell’adorato Telemaco.
La tradizione, si avvince anche da come spontaneamente mi viene da raccontare la vicenda, ha voluto mostrarci la storia di una famiglia divisa dal Fato, ma legata da un amore profondo la cui colonna portante è Penelope, la donna virtuosa e fedele, della quale si ricorda l’intelligenza che le permise di elaborare lo stratagemma del celebre telo.
È qui che interviene Atwood, riprendendo le fila della versione più conosciuta e intrecciandola alle versioni rimaste impolverate.

martedì 7 maggio 2019

Sul Salone del Libro e Altaforte

Due parole sul Salone del Libro e Altaforte

Ho passato diverse ore su libri che analizzavano la propaganda fascista e i meccanismi comunicativi che hanno permesso l’instaurazione disinvolta e da molti auspicata della dittatura. Forse è per questo motivo che negli ultimi tempi vivo una preoccupazione che non trova spazio di smentita. Per molti, e io mi unisco, il terreno è fertile per il ritorno del «fascismo», un movimento politico che, fin dalle scuole elementari e successivamente con maggior consapevolezza, dovremmo tutti aver imparato ad aborrire.
I nostalgici ci sono sempre stati, ma oggi le fila e appaiono ingrossarsi e c’è anche chi rivendica il proprio diritto alla libertà di pensiero ed espressione per giustificare la promozione di movimenti che apertamente si dichiarano neofascisti.
Esistono leggi in Italia che condannano l’incitazione all’odio, alla discriminazione e alla violenza, nonché la riorganizzazione del partito fascista. Tuttavia, facendo leva su un’altra fondamentale garanzia costituzionale (nda la libertà di espressione), spesso sono state aggirate e tutt’oggi appare difficile stabilire i margini della loro applicazione.
Queste sono le ragioni che portano al centro dell’attenzione il Salone del Libro di Torino e la presenza della casa editrice Altaforte alla kermesse letteraria. Una presenza che dal mio punto di vista è inaccettabile.

mercoledì 1 maggio 2019

Cover Reveal: Terra senza cielo di Aislinn & Luca Tarenzi

Cover Reveal: Terra senza cielo di Aislinn & Luca Tarenzi

Buongiorno, Bellissimi!
Come promesso oggi vi presentiamo un'altra uscita Gainsworth Publishing che sarà presente al Salone del Libro!
Si tratta di una raccolta di racconti a quattro mani: Terra senza cielo di Aislinn e Luca Tarenzi. Se bazzicate il blog da un po' saprete che sono entrambi autori che seguiamo e apprezziamo moltissimo, quindi non potevamo certo perderci una loro antologia! Quanto manca al 9 maggio?! 8 giorni TROPPO.
Ma bando alla disperazione e scendiamo nei dettagli: