venerdì 29 dicembre 2017

3 libri del mio 2017

Post di fine anno: tre libri che hanno lasciato il segno nel 2017

Avrei voluto condividere le letture che avevo prospettato per gli ultimi giorni dell’anno, ma dopo aver concluso Max di Sarah Cohen-Scali e aver iniziato La paranza dei bambini di Roberto Saviano, mi sono dovuta arrendere: non riuscirò a leggere altro e soprattutto non c’è possibilità che io riesca a rispettare una qualunque TBR.
Non volevo, però, lasciare che il 2017 passasse inosservato e ho pensato di parlarvi, invece, di quei libri che hanno lasciato il loro segno. Attenzione: almeno un paio di questi romanzi sono bellissimi, ma non è per questa ragione che fanno parte di questa lista. Potrei dire, invece, che sono quei titoli che mi tornano tenacemente in mente pensando alle mie letture di quest’anno.

copertina L'ultima notte al mondo di Bianca Marconero

L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero

Dopo aver affermato che, per me e le altre Belle, questo è il miglior romanzo dell’anno, la sua presenza in questa lista può sembrare scontata. In effetti, l’ho inserito senza esitazioni perché mi ritrovo a pensarci spesso. C’è una frase del libro che mi viene spesso in mente: «Non importa quanto è terribile la tempesta. Possiamo trovare la forza di nuotare se qualcuno ci aspetta sulla riva, con la mano tesa e la convinzione che valga la pena salvarci».

La nostra recensione.

copertina Il cerchio di Dave Eggers

Il cerchio di Dave Eggers

Non sono riuscita a pubblicare una sola riga a commento di questo libro: in una cartella del mio pc, esiste la bozza di una recensione, ma vorrei rileggerlo per parlarne nei mesi che verranno. Tuttavia, anche Il cerchio ha un posto di diritto in questa breve classifica: ho visto qualcosa di me nel romanzo di Eggers e questo mi ha sconvolta. Ci sono aspetti del mondo da lui descritto che mi hanno affascinato e, essendo una distopia, non ho potuto che esserne turbata.

Più info

copertina American Gods di Neil Gaiman

American Gods di Neil Gaiman

Mi sembra di aver ripercorso a ritroso l’anno; in realtà, non è proprio così. In ogni caso, non potevo trascurare American Gods dopo le ore passate a rimuginare con Ang sui mille aspetti della narrazione e della scrittura. Con questo romanzo Gaiman ha assunto le vesti del pifferaio magico e mi ha lasciata con il desiderio di ricominciare a leggerlo non appena sono arrivata all’ultima parola.

La mia recensione.



Quali sono i primi tre titoli che vi vengono in mente pensando alle vostre letture dell’anno?

Amaranth

p.s. A meno che non siate iscritti alla nostra newsletter, ci rileggeremo nel 2018, perciò è d’obbligo, ma davvero sentito l’augurio di un Felice, positivamente Sorprendente e Ricco di letture Anno Nuovo da parte mia, di Alaisse e di Angharad. Vi abbracciamo.

10 commenti:

  1. anche io ho letto American Gods quest'anno e ho scritto qualche giorno fa la recensione; è stato davvero difficile parlare di questo libro in modo coerente e comprensibile XD Non è finito nei preferiti perché non l'ho ancora digerito XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho aspettato un po' prima di scrivere la recensione, ma forse non conta perché per me è sempre così. American Gods è un romanzo complesso, ricco di particolari ed è difficile restituirli tutti parlandone.

      Elimina
  2. Ciao!! LA MArconero l'ho appena scoperta, ma ho letto "LA prima cosa bella". MA ho subito acquistato questo titolo del quale parli e spero di leggerlo presto! Tre libri del 2017? Sicuramente "Le nostre anime di notte" di Haruf e la saga dei Cazalet della Howard. Magari domani resto di Marone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Spero, ma sono certa che anche L'ultima notte al mondo ti piacerà , benché sia diverso dal romanzo che hai letto. Sono molto incuriosita dalla saga dei Cazalet (ne parlano tutti! >.<) e Marone è da un bel po' nella mia tbr; chissà che questo non sia il suo anno.

      Elimina
  3. Ciao,
    la Marconero è stata anche una delle mie letture preferite e l'ho inserita anche io tra le letture top del 2017, se ti va di venire a dare una sbirciata nel mio blog mi fa piacere.
    Un abbraccio e buon anno,
    Frency

    RispondiElimina
  4. Inutile dire che L'ultima notte al mondo è anche nella mia lista. Sai il perché.
    Tra i romanzi che ho letto nell'anno appena finito, tra i migliori ci sono assolutamente L'uomo del labirinto di Carrisi, che ha fatto un ritorno in grande stile e che ho amato fino all'ultima pagina e Pulvis et Umbra di Antonio Manzini.

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi mi avvicinerò a uno dei due autori e passerò a trovarti per avere qualche consiglio ♥

      Elimina
  5. Il libro di Bianca è anche uno dei miei preferiti (e uno dei pochi NA che ho letto) ♥
    Il cerchio lo avevo completamente snobbato a causa del film - è questo il libro dal quale è stato tratto, giusto? - ma il tuo parere mi ha incuriosito, penso proprio che lo aggiungerò in wishlist. American Gods è uno dei tanti libri di Neil Gaiman che devo leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io l'ho letto proprio per guardare poi il film ed è finita che il film non l'ho visto... Come dicevo, lo rileggerò perché ci sono alcuni aspetti su cui voglio ancora riflettere, ma secondo me non faresti male a leggere.
      Su Gaiman non ho dubbi: consigliato. ^.-

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥ Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento per farci sapere cosa pensi.


I dati che inserirai nel modulo saranno visibili insieme al tuo commento. Leggi l'informativa sulla privacy per saperne di più.