lunedì 20 marzo 2017

Segnalazione: Nati due volte. L'età del bronzo e del miele

Buongiorno, Bellissimi
Ho il piacere di segnalarvi un'uscita fresca fesca: proprio oggi esce Nati due volte. L'età del bronzo e del miele, il nuovo romanzo di Laura MacLem.
Si tratta del primo volume di un dittico dedicato ad Arianna, principessa di Cnosso e figlia di re Minosse, il cui mito è molto famoso. Non so voi, ma io non vedo l'ora di poterci mettere le mani su... i romanzi di questa autrice per quanto mi riguarda sono un must read.



Titolo: Nati due volte. L'età del bronzo e del miele
Autore: Laura MacLem
Editore:  Selfpublishing
Prima edizione: 20 marzo 2017
Pagine: 400
Prezzo: Ebook - €3.99 ; Cartaceo - €11.43
Link d'acquisto

- Volume I di II -

È vero che l'ho amato. 
Ed è vero che ho dato a Teseo il filo che l'avrebbe guidato nel Labirinto, in nome di quell'amore per il quale avrei – ho – sacrificato tutto il resto. Infine, è vero che, dopo averlo perso, ho legato per sempre la mia vita a quella di un dio, quando venne sulle rive di Nasso per fare di me la sua immortale consorte. Tutto questo è vero. 
Ma non c’è solo questo.
Sembra che la mia vita sia cominciata davanti a quelle porte chiuse, con un gomitolo di filo da donare all'eroe perché compisse la sua missione. Quel momento fu una parte della storia. Non tutta. 
Quello che venne prima, pur non essendo segreto, dorme in fondo al Labirinto, ed è un mistero. 
Si dice che i cretesi siano tutti bugiardi, e forse è così: il mio è un popolo che tiene in gran conto la capacità di capire ciò che gli altri ignorano. L'astuta Arianna, figlia di re Minosse e della regina Pasifae, l'onnisplente, non poteva essere una sciocca. Non lo sono mai stata, se non quando ho amato. 
Per questo, immagino, Dioniso mi volle nell'istante stesso in cui posò lo sguardo su di me. Dioniso aveva capito tutto di me, molto prima di quanto lo capissi io stessa. Ma non me ne lamento: io compresi tutti di lui quando lui non conosceva nulla di sé, neppure il nome. Fui io a svelarglielo, così come svelai i segreti del Labirinto all'eroe, per porre fine alla guerra di dèi e mortali.
Perché, se nel Labirinto l’eroe combatté il mostro, fuori dal Labirinto io combattei gli dèi. La mia battaglia cominciò molto prima che Teseo giungesse a Creta.
L'ho amato più di tutti. Lo amerò sempre più di tutti.
Lui è l'eroe del Labirinto. Salvò Creta, l'Attica, l'Ellade e il mondo intero. Per lui danzai e raggiunsi il centro, dove nessuno arriva. Per lui ho dipanato il filo in quei corridoi, quei vicoli, quei passaggi tortuosi, sfidando buio e caos e morte. 
Lui, il mio eroe. 
Il toro di Minosse. Mio fratello.
Il Minotauro.


Ho già detto che ho un debole per la mitologia greca? E ho un debole in particolare per la mitologia greca rivisitata da Laura MacLem. Ho adorato il suo Regina di fiori e radici e sono pronta ad amare anche questo.
La cover è stata realizzata da Serena M. Marenco e mi piace davvero moltissimo, potete vedere l'illustrazione completa sulla sua pagina cliccando qui.

Sito dell'autrice
Pagina Facebook 



Gli altri romanzi di Laura MacLem:

Che ne pensate? Vi ispira?
Avete già letto altri romanzi di questa autrice?

Angharad

2 commenti:

  1. Non ho ancora letto Il quarto fato che già sono qui a contare i giorni che mi separano dalla ricarica postpay e dal prendere possesso di questo libro *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco fin troppo bene... Sto aspettando la nuova postepay! ç___ç L'ho rinnovata a inizio marzo e ancora nulla... io devo avere questo libro!

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.