domenica 12 marzo 2017

Am's Magic Box #3

Buona domenica, Bellissimi!
Siete pronti a salutare questa settimana? Lo confesso, io sì e spero proprio di farlo per bene, rilassandomi e ridendo con le persone a cui voglio bene. Nonostante tutto il sole, è stata in gran parte una settimana un po’ difficile e, anche se non lo sono stata letteralmente, mi sono sentita sola. E di solito il bel tempo mi porta una buona dose di energia e positività in più.
C’è da dire che la settimana non è iniziata bene: svegliarsi stanchi il lunedì non è mai un buon segno. La sveglia mi ha sorpresa pesta, con i muscoli indolenziti. Sembrerà un’esagerazione, ma stavo male. Mi sono dovuta trascinare a Milano, andando incontro a quella che è stata una giornata eterna. A coronare il tutto, il treno in ritardo di mezz’ora perché una giornata no deve esserlo fino alla fine.

polar bear tired

Teoria del Sunny Happiness. Anche se ci sono studi ben più autorevoli, credo così tanto nell’influenza del sole sull’umore che ne ho fatto una teoria da cucirmi addosso. Se mi sveglio, il sole splende e continua a splendere per il resto della giornata, andrà tutto bene e qualcuno sarà tanto fortunato da ricevere un mio sorriso. La dimostrazione per antitesi è proprio lunedì: con sole a picco, pioggia a catinelle, neve e anche trombe d’aria. Ah, la pazzia di marzo.

8 marzo. Festa della donna. Festa di tutti?
L’8 marzo ho, in un certo senso, perso l’occasione per parlare, esprimere la mia opinione, fare un augurio in più ed è successo perché mi sono censurata. L’ho fatto perché so che se festeggi, sbagli e se approfitti di una festa per riflettere su un tema legato a essa, sei noioso o sbagli d nuovo perché non puoi farlo solo oggi!
Mi è sfuggito e non so perché che il punto era proprio questo: ci sarà sempre qualcuno che saprà che tu - sì, proprio tu! – stai sbagliando. E quindi, tanto vale fregarsene.
Questa era la mia digressione e sappiate che ho anche tagliato una parte introduttiva.
L’ho detto che sono prolissa.
Comunque mia sorella mi ha fatto notare quanto sia strana la festa della donna, che non celebra la donna di per sé ma ne ricorda le conquiste sociali e dovrebbe rianimare il dibattito e la lotta contro le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono ancora vittime. La festa della donna non dovrebbe riguardare solo le donne: ogni diritto riconosciuto alle donne è un progresso sociale di tutti, uomini compresi.
Allora l’augurio di un futuro migliore è ben accetto, ma forse andrebbe rivolto a tutti senza eccezioni.

Dot by Animaniacs in love

La svolta è arrivata giovedì, con LA NOTIZIA.
In occasione dell’uscita italiana di Carry On, il 21 marzo RAINBOW ROWELL sarà a FIRENZE per un firmacopie (tutti i dettagli). E io che la amo tantissimo non posso andare: mi piange il cuore sapendola tanto vicina, ma allo stesso tempo sono ancora su di giri. Voglio dire. ROWELL. ITALIA. AM. FELICE.
Prima o poi ci incontreremo, Rainbow. Io sarò la psicopatica che non riuscirà a parlare, ma ti guarderà con gli occhi a cuoricino.

Perdonatemi per l’uso massivo di maiuscole.

Ho una canzone per la testa. Spesso mi succede di pensare a una canzone e canticchiarla in testa, senza muovere la bocca o produrre suono. Poco dopo mia sorella inizia a cantare proprio la stessa canzone, magari riprendendola da un altro punto e, a volte, anche quando è in un’altra stanza. Vi è mai capitato?

Questa volta sono già pronta a chiudere la Box: mi sono contenuta e non ho cercato di metterci troppe cose (non vi ho nemmeno parlato del calzino al rovescio), spero che lo apprezziate. Non mi resta che augurarvi una buona giornata!

Raccontatemi che cosa ne pensate e come è andata la vostra settimana.
Vi abbraccio,

Amaranth

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.