martedì 18 ottobre 2016

Fangirl

Rainbow Rowell

Potete ben immaginare quale sacrificio sia stato rileggere Fangirl in occasione della pubblicazione italiana con il solo scopo di parlarvi ancora di questo romanzo che ha una parte di noi, non solo per tutto quello che ci ha dato, ma anche per l'affinità che abbiamo con Cath.
E poi parliamo di fangirl che potrebbe benissimo comparire accanto alla voce "professione" sulle nostre carte di identità.

Titolo: Fangirl
Titolo originale: Fangirl
Autore: Rainbow Rowell
Traduttore: Federica Merani
Editore: Piemme
Prima edizione italiana: 18 ottobre 2016
Prima edizione: St Martin's Griffin - 10 settembre 2013
Pagine: 517
Prezzo: € 17,00
Link d'acquisto

L'unica cosa dell'università che attiri Cath è il corso di Introduzione alla scrittura narrativa, al quale è riuscita a farsi ammettere pur essendo programma del terzo anno. D'altra parte ha un legame molto forte con la scrittura: Carry On, Simon, la sua fanfiction ispirata alla famosa serie fantasy di Gemma T. Leslie, riceve così tante visite e commenti che le è impossibile rispondere a tutti.Cath non era una delle tante fan di Simon, era una delle Fan con la F maiuscola e, a sua volta, aveva dei fan. Magicath è famosa. Proprio lei che scrive per sparire.
Le novità del campus universitario, però, le hanno sottratto diverso tempo. Anche quando spera di trovare nella sua camera il rifugio rassicurante della solitudine, delle foto con Wren e il padre, dei poster e dei libri di Simon Snow, purtroppo la presenza di Reagan, la sua compagna di stanza, è così ingombrante che Cath non riesce proprio a scrivere.
Per non parlare di Levi, uno dei tanti ragazzi che orbitano intorno a Reagan, ma indubbiamente il più presente tanto che sembra vivere in camera loro.
In effetti Cath non avrebbe voluto avere una compagna di stanza, o meglio era convinta che l'avrebbe condivisa con la sorella gemella Wren che, però, non vede l'ora di lanciarsi in nuove avventure e conoscere nuova gente.

«È l'università» aveva insistito la sorella. «E all'università il bello è conoscere gente nuova.» «Il bello di avere una sorella gemella» aveva ribattuto lei «è proprio quello di evitare certe preoccupazioni. […]»

Anche se ha avuto un'intera estate per abituarsi all'idea, Cath non è pronta per la sua nuova vita al campus. Incontrare nuova gente, gente che ti fissa, è una preoccupazione tanto grande per Cath da farla precipitare nell'ansia. Il nuovo e l'altro la terrorizzano e, se non fosse stato per Reagan, non avrebbe mai messo piede nella mensa dello studentato continuando a nutrirsi di barrette proteiche.

«Non è che non so dov'è… semplicemente… odio i posti nuovi. Le nuove situazioni. Con tutta quella gente non saprò dove mettermi, insomma non voglio.»

Ed è proprio Reagan, che sulle prime non sembra interessata a stringere un legame con Cath a costringerla a uscire dalla loro stanza e affrontare il mondo o almeno una sua parte.

Questo libro è tutto. Non abbiamo paura di esagerare.
La timidezza di Cath e la sua ansia davanti alle novità sono tratti del suo carattere terribilmente tangibili. Spesso Cath si sente precipitare nel panico, risucchiata da una parte di se stessa folle e irrazionale che la paralizza e che non può controllare. La scrittura è parte delle mura che proteggono Cath e il fandom è lo spazio in cui è libera di muoversi e in cui si sente sicura, orgogliosa e coraggiosa. In un ambiente nuovo, tutte le regole più rognose sono quelle che nessuno si prende la briga di spiegarti (e che non trovi su Google). Tipo, dove comincia la fila? Qual è il cibo che puoi prendere? Dove devi stare se sei in piedi e dove devi sederti? Dove vai quando hai finito e perché ti fissano tutti… Bah. D'altra parte la Rowell non si accontenta di offrire un solo spunto di riflessione, un'unica chiave di lettura. Quando presenta il fandom non si limita a presentarlo come una comunità gioiosa, che condivide passioni, interessi e fantasie: si sofferma anche a descrivere le pressioni che Cath riceve dai suoi lettori, le critiche e i commenti spiacevoli.
Internet è, dunque, descritto nella sua ferocia e nella sua bellezza e se in un primo momento può sembrare che faccia da contrappunto alla realtà, al mondo universitario, offrendo a Cath un'evasione da se stessa, è facile accorgersi che ne è parte. Fanfixx, Carry on, Simon e i libri di Simon Snow sono reali e tangibili quanto i sorrisi di Levi.
La Rowell è riuscita a far compenetrare il mondo delle fanfiction e del romanzo inserendo estratto della storia di Cath e della serie di Gemma T. Leslie, come intermezzo ai capitoli. Se da una parte arricchiscono la lettura, incuriosendoci sulla serie di Simon Snow, dall'altra si può notare come ogni brano contenga qualche riferimento alla vita e alle nuove esperienze di Cath.
Ma Fangirl non si limita a raccontarci la vita di una fan e si apre anche ad altre tematiche difficili come quella del rapporto tra Cath, Wren e il padre. Trasferirsi al campus è un grande cambiamento per Cath, ma lo è anche per Wren e il padre. Può sorprendere che sia Cath a preoccuparsi non solo per Wren, ma anche per il padre. La sua apprensione, però, è lo specchio della sensibilità della ragazza e del senso di responsabilità che un'infanzia tumultuosa le ha costretto ad avere.
Fangirl non mancherà di strapparvi qualche sospiro perché tra le sue pagine c'è spazio anche per le sbandate e sappiamo che avete già puntato gli occhi su Levi, ma giù le mani! Scherzi (ma non troppo) a parte, la Rowell non dimentica di indagare le cotte, i primi veri baci, i flirt e i ragazzi. Insomma, ce n'è per tutti.
Non dovreste assolutamente aver bisogno di questa nuova recensione né di altre raccomandazioni o consigli: regalatevi questo libro e leggetelo. Vi assicuriamo che riderete anche tanto, noi lo abbiamo fatto anche durante la lettura. Sarà perché Fangirl è irresistibile, sarà che per noi è un must, ma non possiamo fare a meno di amare ogni giorno di più questo romanzo.

«E vissero per sempre felici e contenti, o anche solo per sempre insieme, non è un finale scontato» ribatté Wren. «È la cosa più nobile, anzi la più coraggiosa, alla quale due persone possano aspirare.»

Il nostro voto

5 specchi

Il nostro entusiasmo per Fangirl ha proporzioni considerevoli e speriamo sia contagioso.
Se volete leggere altri nostri commenti, trovate:
- la recensione di Amaranth all'edizione in lingua
- la dichiarazione d'amore a Levi scritta da Ang per il nostro "A prima vista"
- Pochi e buoni motivi per cui inseriamo Fangirl nei nostri "Imperdibili"

Amaranth & Angharad

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.