mercoledì 27 giugno 2012

Avvistati...

..in spiaggia

Avvistate in spiaggia le Belle. E sì, anche noi ci siamo concesse un po’ di riposo con gratificanti bagni di sole e non solo. Al di là dei tentativi (falliti) di annegarci a vicenda, ci siamo dedicate alla lettura sotto l’ombrellone: in parte ne avete già letto i risultati e non tarderanno ad arrivarne altri. Altra attività preferita? L’osservazione accurata e attenta di (ahinoi!) pochi addominali scolpiti e abbronzati e lo spionaggio delle copertine dei libri. Noi siamo sempre attente agli involontari consigli che gli altri lettori elargiscono perché se un libro si può leggere in spiaggia, si può leggere ovunque e chissà, magari potremmo scovare qualche titolo che ci era sfuggito. Da qui l’idea di questa nuova rubrica: se siete a caccia di libri, qui potreste trovare ciò che state cercando.

Una delle nostre attività preferite? Lo spionaggio delle copertine dei libri. Noi siamo sempre attente agli involontari consigli che gli altri lettori elargiscono perché, chissà, magari potremmo scovare qualche titolo che ci era sfuggito. Da qui l’idea di questa rubrica: se siete a caccia di libri, qui potreste trovare ciò che state cercando.



Isabel Allende, Le avventure di aquila e giaguaro

copertina le avventure di aquila e giaguaro Isabel Allende
Traduttore: E.Liverani
Editore: Feltrinelli
Pagine: 699
Prezzo: Brossura - € 18,00

In libreria dallo scorso 21 marzo, raccoglie in un unico volume la trilogia per ragazzi composta da: La città delle bestie, Il regno del drago d’oro e La foresta dei Pigmei.


Giuseppe Culicchia, Torino è casa mia

copertina Torino è casa mia Giuseppe Culicchia
Editore: Laterza
Prima edizione italiana: 5 marzo 2009
Pagine: 184
Prezzo: Brossura - € 12,00

«Questa è una guida a Torino. E Torino è Torino. Non è una città come un’altra.
Oltre a essere la mia città, Torino è anche la mia casa. E come ogni casa contiene un ingresso, la stazione di Porta Nuova, una cucina, il mercato di Porta Palazzo, un bagno, il Po, e poi naturalmente il salotto di Piazza San Carlo, e quel terrazzo che è il Parco del Valentino, e il ripostiglio del Balon, e una quantità di altre cose e di altre storie. Aprire questo libro è un po’ come entrare in casa nostra. Mia. Vostra».

Kathy Reichs, La voce delle ossa

copertina La voce delle ossa Kathy Reichs
Titolo originale: Bones are forever
Traduttore: I. Annoni
Editore: Rizzoli
Prima edizione italiana: 27 giugno 2012
Pagine: 374
Prezzo: Rilegato - € 18,50

Nove del mattino, lunedì 4 giugno. Nella squallida abitazione di Annaliese Ruben, una prostituta, viene rinvenuto il cadavere di una neonata. L'agghiacciante sospetto è che sia stata Annaliese ad aver ucciso la propria bambina subito dopo averla data alla luce. Ben presto le ricerche della polizia portano al ritrovamento di altri due piccoli corpi. Sono troppi i ricordi e le emozioni perché la dottoressa Temperance Brennan possa affrontare il caso con il lucido distacco di sempre: quelle vittime innocenti le riportano alla mente Kevin, il fratello morto piccolissimo. E poi, al suo fianco nelle indagini c'è il detective Andrew Ryan, con il quale anni prima Tempe aveva avuto una relazione forse mai completamente finita. Ma ora quei cadaveri reclamano tutta la sua attenzione, e Tempe deve concentrarsi su ciò che essi possono rivelare. Come sono morte le vittime e quanto è durata l'agonia? È davvero possibile che la madre le abbia uccise senza pietà e poi dimenticate? O forse la verità è un'altra, e la donna è colpevole solo di averle partorite già prive di vita? Sulle tracce di Annaliese, Tempe e Ryan giungono a Edmonton, e da lì alle ricchissime miniere di diamanti di Yellowknife, dove la presunta assassina risulta essere intestataria di un terreno che la sorellastra Nellie è decisa a vendere al miglior offerente. Che sia proprio a Yellowknife la chiave di tutto?

Sveva Casati Modigliani, Vaniglia e cioccolato

copertina vaniglia e cioccolato sveva casati modigliani
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione italiana: 9 maggio 2000
Pagine: 490
Prezzo: Brossura - € 17,00

Un matrimonio d’amore, che dura da diciott’anni, tre figli e tanta complicità: eppure, a un certo punto, Pepe, stanca dei tradimenti, dell’egoismo e della superficialità di Andrea, lo lascia, con l’intento di metterlo alla prova e cercare di salvare la loro unione. Per entrambi, la separazione è l’occasione per fare un bilancio delle rispettive esistenze e per rivivere il passato, cercando di capire la causa di molti errori e di tante scelte sbagliate…

Claudia Piñeiro, Betibù

copertina claudia pineiro betibù
Traduttore: B. Cacucci
Editore: Feltrinelli
Prima edizione italiana: 11 gennaio 2012
Pagine: 304
Prezzo: Brossura - € 17,00

La Maravillosa è un Country Club, quartiere chiuso e controllato da guardiani e severe misure di sicurezza, con campo da golf e lussuose abitazioni: un microcosmo dove sembra sia obbligatoria la serenità, se non proprio la felicità. Ma la vita del prestigioso club viene sconvolta quando, nella sua lussuosa villa, Pedro Chazarreta viene trovato con la gola tagliata e un coltello in mano. Il presunto suicidio, però, suscita dubbi, e un giornale si ostina a voler approfondire la vicenda. Vengono incaricati di indagare Nurit, detta Betibú, scrittrice, considerata la “dama nera” delle lettere argentine, e un giovane cronista inesperto. I due sono affiancati da Jaime Brena, un altro giornalista molto più navigato, ma messo da parte perché considerato anziano; insieme formano un'improbabile ma riuscitissima squadra d'investigazione. Pian piano il mistero si infittisce, i tre scoprono che la morte di Chazarreta è legata ad altre morti, apparentemente accidentali, di alcuni suoi vecchi compagni di scuola, uniti da un oscuro passato e da un orribile crimine. E ora qualcuno sembra essersi preso il disturbo di vendicare quest'antica hybris. Chi si nasconde dietro questa intricata faccenda? Claudia Piñeiro, già apprezzata in Italia per il romanzo Tua – straordinario thriller di crimini in famiglia dalle atmosfere hitchcockiane –, torna con Betibú: una storia incalzante in cui dispiega tutto il suo talento narrativo.

Le Belle

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.