martedì 23 febbraio 2016

Le regole degli amori imperfetti

Mara Roberti

Da qualche tempo avevo voglia di un libro dolce e genuino, che mi regalasse qualche ora veramente piacevole, e ho trovato Le regole degli amori imperfetti. A essere onesti, era sul mio e-reader da più di un anno, ma non mi ero ancora decisa a leggerlo. La scorsa settimana, però, mentre ero sul treno che mi avrebbe portato a Milano, l'ho visto e ho capito che era il momento giusto.

A poco a poco il rituale si compì. E come sempre, quando funzionava davvero, ebbe qualcosa di magico. Perché è impossibile condividere un tè con qualcuno senza avere la sensazione di aver condiviso qualcosa di molto più intimo.

Titolo: Le regole degli amori imperfetti
Autore: Mara Roberti
Editore: Emma Books
Prima edizione: 27 ottobre 2014
Dimensione file: 1006 KB
Pagine: 183
Prezzo: ebook - € 0,99

Cresciuta in una casa di sole donne, con la madre, la zia e la compagnia dei Signori Tè, Elisa trova nell'ordine e nella precisione delle istruzioni (come quelle che scrive per la casa editrice specializzata in cui lavora) la rassicurazione di avere tutto sotto controllo, di poter evitare le scelte sbagliate e soprattutto gli eccessi di felicità.
Il tè è sempre stato importante nella vita di Elisa: dalla madre ha imparato che ogni tè ha una sua personalità, delle caratteristiche e persino delle preferenze che li rendono speciali e unici proprio come le persone. Quando era una bambina erano i tè a tenerle compagnia nei giochi, ospiti speciali dei momenti che condivideva con la madre e la zia. Il gioco, ora, si è trasformato nei pomeriggi trascorsi con le sue migliori amiche, Ornella e Alessandra, e l'immancabile tè, che le unisce, nonostante le diversità.
È durante uno dei loro appuntamenti che Elisa confida alle amiche di aver vinto un soggiorno omaggio a Roccamori, nella Locanda degli amori perduti. Alessandra e Ornella le rivelano di avere qualche perplessità non solo sulla sua fortunata vincita, ma anche su Diego, il fidanzato che Elisa vede sempre meno.
Elisa, però, già sogna il weekend romantico, certa che sia quello di cui lei e Diego hanno bisogno per ritrovare la complicità di un tempo.
Sorprendentemente il rituale del tè la attende anche a Roccamori, un borgo che un tempo vantava il titolo di più romantico di Italia e il cui fascino ora sembra essere offuscato. Accolta dalle signore che ogni pomeriggio si ritrovano nel giardino della Casa delle Camelie, Elisa scoprirà che non sempre un buon tè dipende dalla miscela e dalla preparazione e che il passato di Roccamori esige di essere svelato perché a volte bisogna rinunciare ad avere il controllo e assaporare la vera felicità.

Dopo aver bevuto il tè alla Casa delle Camelie, tutta quella sfilza di regole e consigli le sembrava arida e priva di senso. Il significato del tè era altrove, ormai l'aveva capito. Nel vedere quelle donne che bisticciavano e chiacchieravano e si ritrovavano ogni giorno, aveva compreso che erano le persone, non le regole, a rendere il tè speciale.

L'amore e il tè sono gli ingredienti più importanti della storia di Elisa. La giovane donna ha rinunciato all'amore passionale e vivo, che a Roccamori ha il sapore della leggenda, ma si impegna per far funzionare quello a distanza con il razionale e pragmatico Diego. Nelle parole della Roberti l'amore ha la forza di emozionare il lettore, ma è il tè l'elemento più suggestivo.
Al tè sono legati i ricordi di Elisa e rappresenta la sua più grande passione. Il tè, che l'aiuta a far chiarezza nella sua mente, scandisce i momenti più significativa della vita di Elisa. All'arte del tè sono dedicati tre bellissimi capitoli che si intervallano alla narrazione, legandovisi con equilibrio e vivacità.
La narrazione, in terza persona, si sviluppa inoltre su più piani temporali, mescolando diversi episodi del passato di Elisa con il suo presente, Tuttavia non è difficile orientarsi nella storia e, pagina dopo pagina, ogni evento trova il proprio posto.
Se da una parte la brevità del romanzo ne limita le possibilità di sviluppo, determinando una certa prevedibilità della storia, dall'altra Le regole degli amori imperfetti ha il suo punto di forza in una prosa evocativa e naturale. Leggendo, ci si ritrova a immaginare con precisione i luoghi e i paesaggi che Elisa vede correre via guardando dal finestrino del treno e che le tolgono il fiato a Roccamori.
Ben scritto e senza sbavature, Le regole degli amori imperfetti è un romanzo dalla semplicità genuina, capace di restituire il valore delle piccole cose.

Il mio voto

3 specchi e mezzo



Sono certa di voler leggere le altre opere della Roberti, ma a voi consiglio anche Le regole del tè e degli amori imperfetti, che raccoglie i capitoli che si inframmezzano alla narrazione del romanzo e riportano lo stesso titolo. Nel libro l'autrice ha incluso un piccolo dizionario dei tè e alcune ricette delle tartine preferite da Elisa e dalle sue amiche, concludendo con un assaggio del romanzo.
Grazie a Le regole del tè e degli amori imperfetti, disponibile gratuitamente, il tè non avrà più segreti.

Amaranth

6 commenti:

  1. Una piccola meraviglia, delicato e intimo come una tazza di tè. Mi piacque davvero tanto! *.* E sono contenta che sia piaciuto anche a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono decisamente d'accordo: un romanzo piccolo, ma molto bello ❤

      Elimina
  2. Adoro quel libro, mi ha fatta diventare amante del tè bianco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha lasciato una gran voglia di imparare e seguire le regole di ciascun tè. :3

      Elimina
  3. Che bello quando ti rendi conto che è arrivato il momento di leggere un libro! Non hai idea di quanti ne ho iniziati salvo poi richiuderli perchè capivo che non era il momento! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me capita spesso! E la soddisfazione di trovare il libro giusto è impagabile ;)

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.