lunedì 12 ottobre 2015

RITORNO ALL'ALBION COLLEGE. Albion: i luoghi del mito e altre curiosità- Parte 1


Ben ritrovati! Il nostro viaggio per l'Albion College prosegue con un approfondimento sulle curiosità e sui luoghi che abbiamo rintracciato nel primo romanzo della saga. Questo post, perciò, è dedicato a chi legge Albion per la prima volta, ma anche a chi lo ha già letto.

Non è certo una sorpresa: in Albion rivive la leggenda di re Artù e naturalmente nel romanzo non mancano i riferimenti. Siamo partite dai luoghi di Albion e ci siamo soffermate soprattutto su alcuni particolari dei primi capitoli.






La chiesa, antica e grandiosa, a Roma era chiamata la Rotonda.

E sì. Stiamo parlando proprio del Pantheon. A Roma la basilica è anche nota come la Rotonda (dal nome cristiano Santa Maria della Rotonda).
Nel prologo la Rotonda ospita il funerale di Edoardo Cinquedraghi e Marco, annoiato dalla lunga funzione, si trova a ricordare un episodio della sua infanzia. Era stato in quella chiesa con il nonno, ma si era allontanato per poi mettersi a girare su se stesso proprio al centro della cella rotonda.

Conoscete altre rotonde? Magari legate a doppio filo alla leggenda di re Artù?

«Rex quondam rexque futurus».

Questa è l'iscrizione riportata sull'ingresso della tomba di famiglia dei Cinquedraghi, ma secondo quanto riportato in Le Morte d'Arthur, la raccolta di Thomas Malory, è anche parte della frase incisa sulla lapide di Artù: Hic iacet Arthurus, rex quondam, rexque futurus (Qui giace Artù, re una volta e re in futuro).

Saint Michel de La Croix, Svizzera. Albion College

L'Albion College si trova in un maestoso castello. "Era un edificio massiccio e solenne, con quattro torrioni imponenti e un mastio che troneggiava su di loro. […] Marco poté distinguere i bassorilievi di due draghi magnifici che sembravano assaltare il portone centrale, attaccandolo da entrambi i lati […]"

La scuola fu fondata dai Cinquedraghi, dagli Chevalier e dagli Emrys a Glastonbury, celebre per la collina di Glastonbury Tor. Oggi la collina è dominata dalla Torre di San Michele, ma a essa sono associati molti racconti mitologici. Gli antichi Britanni la chiamavano "Isola di Avalon", da cui deriva l'associazione all'Avalon arturiana.
In seguito la scuola fu trasferita a Pierrefonds, in Francia, e poi a Saint Michel de la Croix.

Per quanto riguarda Saint Michel ci siamo fatte l'idea che si possa riferire a Mont Saint-Michel, un isolotto tidale nella Bassa Normandia. A Mont Saint-Michel Artù, affiancato dai cavalieri Kay e Badivere, affrontò il gigante che aveva rapito Helain, la moglie del re di Bretagna, suo cugino e alleato. Purtroppo, secondo la leggenda, Artù giunse troppo tardi per salvare la povera donna, ma sconfisse il gigante.
Helain fu seppellita nell'isola di fronte a Mont Saint-Michel, che prese il nome di Tombelaine. Sul luogo dello scontro Artù fece costruire una cappella dedicata a San Michele.

Il lago non si vedeva, ma doveva essere oltre il bosco…

Chissà che non sia un riferimento alla Dama del Lago, sicuramente il lago del parco merita un po' di attenzione.

C'è ancora un luogo di cui è doveroso parlare, ma per tutti coloro che stanno leggendo solo ora Albion sarebbe un enorme spoiler. (Salta lo spoiler cliccando qui!)



SPOILER

«Il bombardamento è una prova del chiaro nesso dell'Albion con Montecassino».

Durante la Seconda Guerra Mondiale, benché si trovasse nella neutrale Svizzera, l'Albion College era stato bombardato in quanto territorio inglese. Contemporaneamente venne rasa al suolo anche l'abbazia di Montecassino. Ed è a questo punto che i nostri devono partire…

FINE SPOILER







La nostra raccolta è sicuramente lacunosa e parziale, ma speriamo che vi sia piaciuto viaggiare un po' con noi. Probabilmente ci sarà una seconda parte con altre curiosità e percorsi ispirati dal romanzo.

Vi capita mai di voler visitare i luoghi di un romanzo?
Vi piacerebbe andare in uno dei posti di cui vi abbiamo parlato?
Avete notato qualche altro riferimento alla leggenda?

Le Belle

20 commenti:

  1. Davvero interessante!! Mi piace sapere le storie e vedere i luoghi in cui e' ambientato un romanzo perché riesco a immaginare le vicende dei protagonisti in maniera molto più reale.

    RispondiElimina
  2. Ciao Belle, ho avuto il piacere di camminare per il Pantheon diverse volte, alzando gli occhi in alto e perdendomi a osservare la cupola. Credo che andare a Roma conservi sempre un fascino tutto particolare. Visitare Mont Saint-Michel è sempre stato un mio cruccio fin da quando ero ragazzina e ne ho scoperto l'esistenza. Andare a visitare un'isola che in certi momenti non è un isola ha sempre avuto una forte attrazione nei miei riguardi. Amo poi i castelli, ma non sono mai stata in Svizzera. Chissà forse un giorno. Le descrizioni della Marconero sono accuratissime, e sembra davvero di girare per i corridoi dell'Albion College!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roma è bella... Ci siamo state in soggiorno al liceo, ma è stato un viaggio terribile. Am ci è poi ritornata da sola e si è innamorata. Ci ha lasciato un pezzetto di cuore. Mont Saint-Michel per noi è una scoperta recente, l'altra sera è stata nominata anche da Alberto Angela... Noi ci vogliamo andare! Hai ragione: le descrizioni sono così realistiche che, appena si interrompe la lettura, viene voglia di raggiungere l'Albion personalmente!

      Elimina
  3. Buon pomeriggio, Bellissime ♥
    Ho trovato solo adesso il tempo per spulciarmi per bene questo approfondimento sui luoghi di Albion e devo dire che è davvero molto interessante!
    Il Pantheon mi ha sempre affascinato e ogni volta che passo da Roma ne approfitto per rivederlo, mentre per quanto riguarda la Francia e l'Inghilterra non ho mai avuto la fortuna di fare una visita così approfondita da scoprire i luoghi meravigliosi del Collegio. In ogni caso me li segno, non si sa mai che prima o poi non abbia davvero la possibilità di vedere Avalon o Saint Michel :3

    Sono già curiosa di scoprire i prossimi post speciali nell'attesa di Ombre *^* Ormai non sto più nella pelle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, tesoro ♥
      Siamo contente che ti sia piaciuto l'approfondimento :3 Sicuramente se ne avremo l'occasione, visiteremo anche noi le ex-sedi del College. Saint Michel è d'obbligo! Magari ci facciamo un viaggetto assieme... *sognano*

      Elimina
  4. Post interessantissimo, e a dire la verità, molte cose non le sapevo, tipo l'iscrizione sulla tomba di famiglia dei 5D che richiama quella sulla lapide di Artù *O* E anche gli altri collegamenti con il mito arturiano mi sono proprio sfuggiti :( Meno male che ci siete voi... L'unico luogo che già conoscevo era il Pantheon, grazie agli studi di storia dell'arte al liceo. Comunque sono curiosissima di scoprire il collegamento con la parte dello spoiler ^^ Chissà cosa nasconde...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awww! Meno male! Siamo contente perché anche per noi sono scoperte recenti... non ci eravamo soffermate prima di questa occasione. Così scopriamo cose nuove assieme =D
      Scommettiamo che presto potrai tornare a scoprire lo spoiler :P

      Elimina
  5. Molto interessante! Io desidero sempre visitare i "luoghi che leggo" :)
    L'anno scorso a Roma ho visto il Pantheon, peccato che fosse una giornata strapiena di turisti. Mont Saint Michel dev'essere affascinante e spero di aver l'occasione di vederla in questi anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensiamo che sia difficile trovare la giornata giusta per il Pantheon ma è sempre incredibile. Mont Saint Michel trasuda magia persino in foto: dev'essere un'emozione unica visitarlo! Ti auguriamo di riuscire a fare molti viaggi ;)

      Elimina
  6. Post interessantissimo! Mi sono dovuta trattenere per saltare lo spoiler, iio volevo leggerlo! :D
    Quando leggo un libro ambientato o che cita luoghi realmente esistenti mi viene sempre voglia di visitarli, poi da quando ero piccola sono fissata con Mont Saint Michel, prima o poi riuscirò ad andarci! Me lo sono sempre immaginata come un posto magico. *_*
    Il Pantheon invece l'ho visto dal vivo anni fa ed è maestoso e stupendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordati di tornare a leggerlo ;)
      Anche a noi piacerebbe poter visitare i luoghi di cui leggiamo e certamente anche Mont Saint Michel, che ora è un po' più speciale.

      Elimina
  7. Post molto interessante! ho visto il Pantheon qualche anno fa ed è stata un'emozione incredibile!!! Nonostante sapessi che era molto grande entrando dal colonnato non ero preparata alla maestosità dell'edificio e alla sua simmetria perfetta... poi studiando archeologia sono di parte, ma questa è un'altra storia...;)
    Anche Mont Saint Michel mi ha sempre affascinata ma non ho ancora avuto occasione di visitarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo certi studi si cambia un po' l'occhio con cui si osservano le cose. Il Pantheon è sicuramente suggestivo: visitarlo di persona è emozionante :3

      Elimina
  8. Tutti luoghi bellissimi che vorrei riuscire a visitare prima o poi. Sono sempre stata affascinata dai luoghi piene di leggende mitologiche ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi! Adoriamo scoprire luoghi ricchi di storie e aneddoti :3

      Elimina
  9. Io ho visitato il Pantheon qualche anno fa e mi è piaciuto tantissimo. Sarebbe bellissimo visitare anche Mont Saint Michel. Chissà...prima o poi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mont Saint Michel è anche un nostro sogno... speriamo di poterlo realizzare tutte! ;)

      Elimina
  10. Ovvio che mi capita di voler visitare i luoghi dei romanzi, specialmente quando a questi sono collegate miti e leggende *w* a mio parere acquistano ancora più fascino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo d'accordo! È bellissimo e suggestivo immaginare che proprio dove si sta passando in quel momento si sono svolte vicende misteriose... :3

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.