venerdì 15 maggio 2015

Books'n'Roll #74

Le nostre wishlist si allungano, le TBR straripano e nuove uscite ci tentano: solo Books’n’Roll potrà aiutarci.
Questa rubrica è in cerca di consigli: diteci che cosa pensate dei libri su cui abbiamo posato gli occhi e si trovano o stanno per arrivare in libreria.



ϟ Dalla mia wishlist ϟ

Un altro libro per giovanissimi si è fatto strada nella mia wishlist.
L'autore è Simone Laudiero, di cui Alaisse ha letto Si lasciano tutti,

Titolo: L'Accademia dei Supereroi. L'ombra della chimera
Autore: Simone Laudiero
Editore: Piemme
Prima edizione: 12 maggio 2015
Pagine: 320
Prezzo: Rigida - € 16,00

Nando è convinto che nella sua classe tutti abbiano un superpotere tranne lui: c’è Roberto che ha la superforza. Giorgio che ha lo sputo a orologeria e la cugina Alessia che può prendere fuoco come una torcia. Questo è quello che crede Nando, anche se nessuno gli dà retta. Fino a quando, dopo quello che sembra un semplice controllo anti-pidocchi, Nando si risveglia in uno strano centro dove i ragazzi con superpoteri sono segregati e controllati a vista…

Simone Laudiero è napoletano. Scrittore e sceneggiatore, è fondatore e membro della Buoncostume, un gruppo di autori televisivi che ha firmato serie cult come Il Candidato e Camera Cafè. L’Ombra della Chimera, prima avventura della serie L’Accademia dei Supereroi, è il suo primo libro per ragazzi.

◎ In libreria ◎

Dopo l'apparizione del colonnello Arcieri nei Fantasmi del passato di Marco Vichi, questo romanzo segna il ritorno di uno dei personaggi più singolari e più amati della narrativa gialla italiana.

Titolo: Il ritorno del colonnello Arcieri
Autore: Leonardo Gori
Editore: TeA
Prima edizione: 7 maggio 2015
Pagine: 364
Prezzo: € 14,00

Parigi, maggio 1968. Tra i passanti che osservano dal marciapiede gli studenti in rivolta invadere i boulevard c'è anche Bruno Arcieri. A Parigi Arcieri si sta nascondendo: da chi ha cercato di ucciderlo, dai ricordi, dai rimorsi, dai fantasmi del passato. Si fa chiamare Marcel, aiuta nella cucina di un bistrot e si è fatto pure crescere la barba. Ha trovato anche uno sguardo amico, quello di Marie, ma è inquieto, si sente braccato, ed è stufo di scappare. Così, quando gli «amici» gli consigliano di lasciare la città e cercarsi un altro rifugio, magari in Spagna, Arcieri non ci sta. Sì, lascerà Parigi, ma per tornare a Firenze, per saldare i conti sospesi, fare chiarezza, forse giustizia, e combattere un'altra battaglia, anche se dovesse essere l'ultima. Alla fine di un viaggio avventuroso, l'uomo che il 15 maggio 1968 scende dal treno alla stazione di Santa Maria Novella non è più Marcel, è il colonnello dei Carabinieri Bruno Arcieri. È tornato, e non per stare a guardare.
Leonardo Gori torna con questo romanzo di grande intensità al suo personaggio più complesso e amato, un servitore dello Stato critico, forte e profondamente leale; che dello Stato ha condiviso ambiguità, disastri e grandezze, finendo col portarne le stesse cicatrici.


Leonardo Gori vive a Firenze. È autore del ciclo dei romanzi di Bruno Arcieri: prima capitano dei Carabinieri nell’Italia degli anni Trenta, poi ufficiale dei Servizi segreti nella seconda guerra mondiale e infine inquieto senior citizen negli anni Sessanta del Novecento. Il primo romanzo della serie è Nero di maggio, ambientato a Firenze nel 1938, cui sono seguiti Il passaggio, La finale, L’angelo del fango (Premio Scerbanenco 2005), Musica nera, Lo specchio nero e Il fiore d’oro, gli ultimi due scritti con Franco Cardini. La serie di romanzi è in corso di riedizione in TEA. È anche autore di fortunati thriller storici e co-autore di importanti saggi sul fumetto e forme espressive correlate (illustrazione, cinema, disegno animato).

◎ In libreria ◎

Titolo: La vigna di Angelica
Autore: Sveva Casati Modigliani
Editore: Sperling&Kupfer
Prima edizione: 28 aprile 2015
Pagine: 492
Prezzo: € 19,00

Lunghi filari di viti si adagiano sui morbidi pendii di Borgofranco. Da due secoli la famiglia Brugliani è proprietaria di quell’antico borgo e di quelle vigne, curate con pazienza per trarne vini pregiati e inimitabili. A trentacinque anni, Angelica è l’erede della tradizione e del patrimonio famigliare. Madre, moglie, imprenditrice di successo: tutto sembra perfetto nella sua vita. Solo lei sa che dietro quella facciata si nasconde una zona d’ombra, fatta di menzogne – quelle del marito – e di sogni infranti.
Una sera, mentre è in sella alla sua moto, l’amarezza e i pensieri pesanti prendono il sopravvento e Angelica, in preda al pianto, non si accorge che l’auto di fronte a lei sta frenando. L’urto è molto violento, ma per fortuna privo di conseguenze gravi, sia per lei sia per il conducente dell’automobile, Tancredi D’Azaro. Angelica non sa ancora che quel nome è sinonimo di alta cucina in tutto il mondo. Ed entrambi ignorano che, dopo quell’incontro fugace, il destino tornerà a intrecciare le loro strade, suscitando la tentazione di un nuovo inizio. Magari da vivere insieme, chissà: starà a loro scegliere, facendo i conti con il peso del passato e le responsabilità del presente, con il desiderio di cambiare e quell’istinto passionale che li anima. Perché la vita è fatta di sogni in cui perdersi e scelte in cui ritrovarsi, incontri che ci cambiano e passioni che ci riportano sulla strada di casa.


Cosa ne pensate di questi titoli?

Amaranth

4 commenti:

  1. Sveva Casati Modigliani è un must per mia mamma, ha letto tutti i suoi romanzi, tutti!, e già mi ha chiesto se le procuro questa ultima uscita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia madre non è appassionata come la tua, ma anche a lei è piaciuta molto la Casati Modigliani e da allora anch'io ho un occhio in più per questa autrice ;)

      Elimina
  2. Il primo mi ispira tantissimo!!! *__*

    RispondiElimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.