giovedì 12 febbraio 2015

Real Time Book Tag

Buongiorno, Bellissimi!
Come sapete io adoro fare tag, anche se ci metto una vita a farli in genere. Stavolta mi sono impegnata e ho fatto trascorrere solo una settimana. Amaranth lo ha scovato sul blog di Gaia, Le parole segrete, ed è stato creato da alcune booktubers (link al video originale).
Sono partita convinta di fare le foto ai libri scelti ma non ho considerato che alcuni li ho in versione ebook e altri sono in prestito. Perciò ho dovuto arrangiarmi e cercare su internet alcune cover.
Let’s go!


1- Io e le mie mogli: un libro con una storia o più d'amore stucchevoli o un triangolo amoroso che l'autore poteva benissimo evitare
Domeniche da Tiffany di James Patterson e Gabrielle Charbonnet, un romanzo con una storia d’amore decisamente dolce.


2- Ma come ti vesti: un libro con una copertina orrenda
Ne avrei anche altri con cover decisamente criticabili, ma metto Shadowhunters. Città di vetro perché ero rimasta traumatizzata dal cambio di copertina. Potete vedere l’orrore nella foto.


3- 24 ore in sala parto: un libro che ti ha fatto soffrire
Il più recente è stato Colpa delle Stelle di John Green, ho letto l’ultimo terzo del libro in lacrime. Il lato positivo? È l’unico romanzo di Green che mi è piaciuto, per ora.

4- Malattie imbarazzanti: un libro che ti vergogni di aver letto e quando ci ripensi ti giustifichi dicendo cose come 'non ero in me' e varie
Non è che mi vergogni di aver letto certi libri. È proprio la consapevolezza che avrei vissuto bene anche senza leggerli, anzi, mi sarei illusa di un mondo più bello.
E invece…
Rientrano in questa categoria Tre metri sopra il cielo e Ho voglia di te di Moccia. Il secondo nemmeno l’ho terminato, mollato ai primi capitoli. Mi chiedo cosa mi sia preso per aver anche solo provato a leggere il seguito.


5- Breaking Amish: un libro al quale non ti saresti mai avvicinata, ma che poi ti ha cambiato la vita
Devo fare una confessione: inizialmente ho ignorato Black Friars di Virginia de Winter per un’unica ragione. La quarta di copertina mi aveva tratta in inganno:

Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l’eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane?

Avevo dedotto che ci fosse il triangolo e mi ricordo di aver posato stizzita il libro sullo scaffale.
Grande errore.
Per fortuna poi Alaisse lo ha preso in biblioteca e… è partita per la tangente, ne parlava giorno e notte. Tormentava me e Am perché anche noi lo leggessimo.

Passava da

a

Insomma, grazie a lei che ha fatto da cavia, sono entrata in quel tunnel meraviglioso che è Black Friars.


6- Non sapevo di essere incinta: un libro che ti ha sorpreso
Poison Fairies. La guerra della discarica mi ha sorpresa nel senso che del romanzo sapevo ben poco, l’ho praticamente acquistato a scatola chiusa solo perché l’autore è Luca Tarenzi. E mi è piaciuto davvero tanto. ❤


7- Nudi e crudi: il personaggio di un libro al quale strapperesti i vestiti di dosso
Odio queste domande. Io sono troppo indecisa per fare un solo nome, ormai lo sapete.
Però ho deciso di sforzarmi e fare un solo nome ed è la crush del momento (solo perché ho riletto da poco Soulless): Lord Conall Maccon, alpha scozzese, che già nel libro ci concede la vista del suo fisico prestante. *ringrazia sentitamente l’autrice*


8- Il mio grosso, grasso, matrimonio Gipsy: il libro più trash che tu abbia mai letto
Forse è Marked di P.C. e Kristin Cast, un qualcosa di tremendamente osceno. Buone idee rese malissimo e… sì, è decisamente trash.


9. Io e le mie ossessioni: un libro che ti ha fatto entrare in un tunnel di fangirlismo assurdo
Fangirl di Rainbow Rowell è riuscita a farmi fangirlare su due binari paralleli: per Levi e Cather e per Simon e Baz.
C’è poi da aggiungere il fangirling generale per il romanzo e per l’autrice.

10. Abito da sposa cercasi: un personaggio di un libro al quale ruberesti il guardaroba
Sono due i personaggi che priverei del guardaroba: Christabel Von Sayn (Black Friars di Virginia de Winter) e Phèdre no Delaunay (Il dardo e la rosa di Jacqueline Carey).
In realtà i vestiti non sarebbero l’unica cosa che ruberei… *sospira pensando a Stephen e Joscelin*

11. Il boss delle torte: un personaggio che prenderesti a torte in faccia
Gale di Hunger Games. Può essere figo quanto vuole, ma mi sta sulle scatole. È troppo estremista nel suo modo di pensare e per quanto affermi di conoscere bene Katniss, a volte proprio non capisce una mazza.


12. Dire, fare, baciare: un personaggio a cui diresti e faresti e baceresti tante cose
Farò la brava e di nuovo farò un solo nome, un’altra crush recente: Marco de La prima cosa bella di Dante B. Tanto avrei presto a testate il protagonista, Dante, tanto ho amato Marco, che tenta in tutti i modi di aiutare quella testa di cocomero del fratello.

13. Grassi contro magri: il libro più grosso e quello più sottile della tua libreria
Il più grosso è Il Signore degli Anelli di Tolkien (ho il volume con tutti e tre i libri), mentre il più sottile è L’amico ritrovato di Fred Uhlmanl.


14. Cucine da incubo: un libro che ti ha sconvolto così tanto da farti venire gli incubi
La guerra dei vampiri e La notte dei vampiri di Nancy Kilpatrick non mi hanno propriamente fatto venire gli incubi. Diciamo che quando ci ripenso mi sale il disgusto e l’orrore, ancora mi chiedo come abbia fatto a leggerli.


15. Shopping night: un libro che ti ha fatto scoprire e amare un autore a tal punto da comprare tutte (o quasi) le sue opere
Citarne solo uno è difficile, ma non posso fare un elenco.
Scelgo Nuova Terra di Dilhani Heemba, che mi ha conquistata tanto da farmi decidere che leggerò qualsiasi cosa scritto dall’autrice (leggasi: non si libererà mai di me).



16. Cerco casa disperatamente: un libro che ti fa talmente pena da volergli trovare posto nella libreria di qualcun altro
Questa è un po’ difficile. Se non voglio un libro nella libreria significa una sola cosa: non mi piace e voglio liberarmene. Anche quelli che magari trovo un po’ noiosi e ancora non ho terminato li tengo, perché spero sempre di riprenderli e finirli prima o poi.
Per esempio, mi libererei volentieri di Marked, dei libri di Moccia e di Nancy Kilpatrick, tra quelli già citati. Non so dare una risposta unica, sorry.

Questo tag sembrava non finire più, ma ce l'ho fatta. Ovviamente siete liberissimi di sentirvi taggati! Sarei proprio curiosa di sapere le vostre scelte.

Angharad

12 commenti:

  1. Adoro questo tag, ma ne ho altri 75637873398 da fare, e due o tre in cui sono stata taggata quindi questo aspetterà u.u
    Tre metri sopra il cielo è il libro dell'imbarazzo di molte lettrici, ne sono sicura! Me compresa eheh xD Ma avevo 14/15 anni e ricordo che lo avevano letto tutte in classe...
    Black Friars lo devo leggere per forza (ah e già che ci sono vi rubo la gif #read the book perchè è troppo giusta e l'adoro :D).
    Non ricordo mai se Marked è il primo della seria - pure lunghetta - di P.C. e Kristin Cast... boh, ho letto il primo e decisamente non mi ha colpito più di tanto u.u
    Ti quoto assolutamente per Gale (anche se quando ho associato Il boss delle torte e HG, ho pensato a Peeta ahahahah XD)
    Di Nancy Kilpatrick ho deciso di mettere nella tbr primaverile La notte del vampiro... so che a molti non è piaciuto, ma chi me l'ha consigliato ha i miei stessi gusti in fatto di libri, quindi sono abbastanza fiduciosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahahahah! Anche io l'ho letto più o meno a quell'età, tra i 13 e i 14. Ne parlavano tutti, insomma, dovevo anche io leggerlo. XD
      Black Friars è un must. :3 Devi proprio. :3
      Sì, Marked è proprio il primo di quella serie. Io mi sono fermata lì, ma mi sono fatta raccontare da amiche che sono andata avanti cosa succede e... sempre più trash. :D
      Yay! Un'altra che non sopporta Gale. :3 (ahahahah, hai ragione! XD Peeta ci prepara le torte e noi le lanciamo in faccia a Gale. :D)
      Sinceramente, vorrei cancellare ciò che ho letto della Kilkpatrick, decisamente non è di mio gusto.

      Elimina
  2. Black Friars devo leggerlo anche io, ma sono pienamente d'accordo sulla Kilpatrick. Il disgusto proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yep, Black Friars è un must. :3 La Kilpatrick vorrei rimuoverla dalla mia povera mente. D:

      Elimina
  3. Ciao Angharad :D
    Ahahah mi fa piacere sapere che non sono l'unica a trovare Marked molto trash xD
    E anche io ruberei Joscelin a Phèdre, oltre i vestiti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gaia! ^_^
      Sì, siamo in due. XD E da quel che mi hanno raccontato, andando avanti il trash diventa sempre più... trash! XD
      Joscelin ha molte ammiratrici, siamo fin troppe! :P

      Elimina
  4. Eccomi a leggere le tue risposte ;) Ribadisco: povero Gale :( io l'adoro. Sono contenta che hai citato Soulless è una saga molto carina e divertente, sono dispiaciuta che hanno smesso di tradurla :(
    Vorrei leggere Fangirl, ne ho sentito parlare solo bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata! :)
      Eh, mi spiace, Gale proprio non lo sopporto. XD Tanto amo Peeta, quanto vorrei prendere a calci Gale. XD
      Sono d'accordo, Soulless merita molto, peccato che l'abbiano interrotta. :(
      Fangirl è davvero bello! Devi leggerlo! :)

      Elimina
  5. Fantastico questo tag!
    Quanto ti capisco per i libri della Kilpatrick! Io di suo ho letto solo La Notte dei Vampiri e, a un paio d'anni di distanza, ancora ho gli incubi al pensiero di aver sprecato ore importanti della mia vita su quella schifezza immonda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :)
      Hai fatto benissimo a fermarti lì. Sinceramente, se ripenso a ciò che ho letto mi sale davvero il disgusto. Due romanzi da dimenticare.

      Elimina
  6. Il tag è carinissimo e tu sei stata fantastica!!! *___________*

    RispondiElimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.