venerdì 6 febbraio 2015

A prima vista

Le prime parole di un libro sono le scintille che accendono la curiosità e attraggono il lettore trascinandolo in un mondo nuovo, tra carta e emozioni. Vi invitiamo a scoprire gli incipit che ci hanno più appassionato e che abbiamo scelto per invogliare anche voi a proseguire la lettura.

Kindling the moon, Jenn Bennett

Non ero così ingenua da non preoccuparmi quando il Tambuku Tiki Lounge raggiungeva la sua massima capacità. Troppe persone ammassate possono essere pericolose; non importa se sono umani o demoni..
Il nostro bar poteva contenere un massimo di sessantacinque clienti secondo il codice di sicurezza della California. La mia socia in affari considerava questa regola una sorta di suggerimento nei giovedì sera, quando la Ronda Paranormale ci rendeva un posto popolare del centro. Facile per lei; tutto ciò che doveva fare era adulare l’ispettore della contea per evitare una citazione in giudizio. Da lei non ci si aspettava che separasse ubriachi e risse demoniache.
«Ehi!». I miei occhi si focalizzarono su uno studente universitario che stava rubando un drink dal bar.
«Hai pagato per quello? No. Tieni giù le tue zampacce.»
«Quella donna l’ha lasciato», protestò. «Il possesso rappresenta i due terzi della legge.»
«I nove decimi¹, idiota.» Lo corressi, sottraendogli dalle mani il bicchiere di Suffering Bastard. Una faccia angosciata era modellata sul lato del classico bicchiere nero tiki, pieno per metà del potente cocktail con lo stesso nome. Quando gettai il contenuto nel piccolo lavandino del bar, il ragazzo si comportò come se avessi gettato oro nella spazzatura. Mi lanciò uno sguardo prima di allontanarsi con passo pesante verso i suoi squattrinati amici.
Se fossi stata la barista di un qualsiasi altro piccolo bar della città, avrei potuto essere tentata di fare anche il buttafuori di tanto in tanto. Come unico stregone addestrato dello staff al Tambuku, non avevo scelta; era una mia responsabilità. Dopo due anni passati a pulire bicchieri rotti e a cercare di evitare vomito vagante, ne ho viste così tante del comportamento da demone impazzito, che una qualsiasi persona normale avrebbe considerato attraente un noioso lavoro alla scrivania. Per fortuna non ero normale.

Tradotto ed elaborato da Angharad


¹ “Il possesso è i nove decimi della legge”: un modo di dire che significa più o meno che una volta che possiedi qualcosa, difficilmente possono togliertelo.

Angharad

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Lo è! :) E non è nemmeno complicato da leggere in inglese. ^^

      Elimina
  2. Concordo, un incipit interessante, vado a cercarmi qualche info su questo romanzo, che ci scommetto, fa parte di una serie :D
    Comunqueee, bellissimo il nuovo header con le tessere dello scarabeo! :3 E mi piace anche il colore caldo della nuova grafica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yep, è una serie. :D Sono quattro libri, più una novella che si colloca tra il secondo e il terzo. La consiglio molto. u.u Ho già letto e recensito i primi due. :3
      Grazie per i complimenti!! La nostra Amaranth è bravissima a creare nuove vesti per il blog. ❤

      Elimina
  3. Ahah! Non ho mai sentito parlare di questo libro, però già dall'incipit mi sembra originale e divertente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è decisamente una serie divertente. :)

      Elimina
  4. *________________________________________*
    Direi che posso anche evitare di aggiungere altro! :P
    (Ah, sì... qualcosa lo devo aggiungere: non sono ancora riuscita a leggere il secondo! :( triste io!!!! :( )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :3
      (Male male! :P In compenso io ancora non sono riuscita a leggere gli ultimi due, quindi non dovrei parlare. XD)

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.