sabato 27 settembre 2014

In fuga - Le Cronache dell'ultimo druido

Kevin Hearne

Titolo:In fuga
Titolo originale: Hounded
Autore:Kevin Hearne
Traduttore: S.A. Cresti
Editore: Fanucci
Prima edizione italiana: agosto 2013
Prima edizione: maggio 2011
Pagine: 315
Prezzo: € 10,00


Sono mesi che dovrei scrivere questa recensione e finalmente riesco a porre rimedio al mio tremendo ritardo. Perciò abbiate pazienza e perdonatemi, in fondo vi porto buone notizie: se anche voi siete appassionati di mitologia celtica e libri che parlano di leggende e divinità, vedrete che non sarete delusi da questo libro.

Atticus O’Sullivan è un druido di 21… secoli. Vive a Tempe in Arizona, insieme al suo fidato levriero irlandese Oberon, e manda avanti una piccola libreria dell’occulto. Tutti lo credono un semplice ragazzo con il braccio tatuato e nessuno, a parte i suoi pochi amici di origine sovrannaturale, conosce la sua vera identità.

La facciata da giovanotto irlandese non mi è particolarmente d’aiuto quando cerco di apparire autorevole sul mio posto di lavoro – gestisco una libreria dell’occulto con un bancone da farmacista incastrato in un angolo – ma presenta comunque un notevole vantaggio. Quando al supermercato, per esempio, con i miei boccoli rossi, la mia pelle chiara e il mio pizzetto, la gente si immagina che io giochi a calcio e non faccia altro che scolarmi una Guinness dopo l’altra. […] Non gli viene mai in mente, nemmeno per un istante, che io possa essere un antico druido – ed è questo il motivo principale per cui mi piace il mio aspetto. […]
A volte dimentico il mio aspetto e faccio cose che esulano dal personaggio, come canticchiare motivetti pastorali in aramaico mentre sono in fila da Starbucks, ma il bello di vivere in una città americana è che la gente tende a ignorare gli eccentrici, o a trasferirsi in periferia pur di fuggire da loro.
Una cosa del genere non sarebbe mai successa nei giorni andati. Chi era diverso, all’epoca, veniva bruciato sul rogo o lapidato a morte.


Nemmeno i suoi amici più stretti sanno che in realtà Atticus è in fuga da secoli da uno dio celtico che vuole riprendersi Fragarach, una spada leggendaria capace di penetrare qualsiasi armatura. Quando viene attaccato da cinque Fae (tipi cattivi, molto cattivi, mica semplici fate come le immaginiamo noi) diventa chiaro che è stato scoperto. La sua copertura è saltata e ad Atticus non resta che fuggire o combattere.

Già dalla trama è facile intuire che In fuga è un libro denso di azione e di avvenimenti, ma con qualche spazio per le digressioni sul passato di Atticus e qualche divertente intermezzo. Le divinità celtiche si mescolano in modo perfetto ad altre leggende e racconti, come i vampiri e i licantropi, o ancora le streghe e creature demoniache di ogni genere.
Se non si fosse già capito, è un genere che apprezzo molto, soprattutto quando vengono mescolate divinità di pantheon diversi e si riesce a mantenere il ritmo del racconto senza dilungarsi troppo in parti inutili. E In fuga riesce in entrambi i punti. Il protagonista ironico e il suo braccio destro, il levriero Oberon, superano le loro rocambolesche avventure senza rinunciare a qualche battuta e a dialoghi spassosi.
Ci sono molti personaggi secondari che mi hanno incuriosita e di cui vorrei leggere altro nei seguiti. E non mancano nemmeno i personaggi un po’ folli, i miei preferiti. Prima fra tutte la vedova irlandese, che Atticus va a trovare per tenerle compagnia, la quale non esita ad aiutare il giovane (vecchio?) druido mettendo a disposizione il suo giardino sul retro per un ritrovo tra alleati. Poi ci sono i suoi avvocati, un vampiro e un licantropo, pronti ad aiutarlo… per un adeguato compenso.
E infine c’è Granuaile, che nasconde un segreto e di cui spero di leggere presto altre avventure. L’unica pecca che mi ha a tratti infastidita è stata la traduzione spesso poco accurata e diversi errori nella formulazione delle frasi. Ormai sembra essere diventata una norma, ma continuo a irritarmi quando trovo certe imprecisioni. Tuttavia lo stile frizzante e il ritmo narrativo molto accelerato hanno compensato gli errori.
Essendo il primo di una lunga saga, il libro ha un carattere abbastanza introduttivo, anche se conclude perfettamente la vicenda, cosa di cui sono molto grata. Sono state gettate la basi per un’ottima serie che spero venga tradotta in Italia anche se, per ora, è uscito solo il primo libro, mentre in America sono già al settimo.
Io sto pensando di leggerlo in lingua, nel caso non dovessero tradurlo, ma spero davvero che arrivi in Italia perché, nel suo genere, è un libro molto divertente e godibile che porta un po’ di varietà nelle serie che ho letto ultimamente.

Il mio voto

4 specchi

Alaisse

6 commenti:

  1. L'avevo snobbato per la copertina, e ora me l'hai fatto rientrare nel radar *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina non mi dispiace a dire il vero... ma il contenuto è meglio XD Penso che prenderò i seguiti in inglese molto presto =)

      Elimina
  2. L'avevo già puntato, ma non ero ancora riuscita a leggere nessuna recensione. Devo dire che mi ispira, ma sapere che è il primo di una luuunga serie mi frena un pò....aspetterò di vedere se esce il seguito e poi lo comincerò, tanto nel mentre ho altre tremilamila serie da finire/cominciare xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, purtroppo è una serie ancora in corso e il secondo in italiano continua a essere latitante... anche io avrei aspettato, ma poi ho fatto l'errore di prenderlo in mano e ho capito che dovevo leggere la serie completa XD
      E le tremila serie iniziate ormai sono una piaga inguaribile, povere noi!

      Elimina
  3. Uh, questo mi interessava, e ancora mi interessa, tantissimo! *____* Sono contenta che ti abbia convinto: devo controllare se è disponibile l'ebook in italiano, altrimenti quasi quasi comincio direttamente in inglese! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai problemi con l'inglese ti consiglio di cominciare direttamente da lì. Su bookdepository trovi tutti i libri a dei prezzi davvero stracciati =) Io ci sto facendo un pensierino per i seguiti!

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.