martedì 8 luglio 2014

Read Along: Black Friars, L'Ordine della Spada - Quinta tappa

Buongiorno a tutti! Eccoci finalmente a commentare i capitoli dal 18 al 22. Li avete letti?
Ottimo. Possiamo partire.

Il capitolo 18 inizia subito con un bel giro al cimitero perché, si sa, se ogni 50 pagine non c’è qualche ambientazione da brivido poi ci annoiamo. E Ashton che accompagna la nostra Eloise non potrebbe mostrare tutta la sua condiscendenza nel salvarla da se stessa.
Mentre i due conversano amabilmente subiscono un attacco da una strana creatura di natura demoniaca ed Eloise viene salvata dal baldo vampiro, anche se non si può dire lo stesso del suo vestito. Purtroppo la scampagnata si conclude con un nulla di fatto ed Eloise rientra in Collegio dove c’è ad attenderla niente di meno che il suo stalker Axel, il quale non sembra molto felice di trovarla ricoperta di sangue e fango. Come dargli torto? Quando non c’è lui in giro sembra che Eloise si dia proprio alla pazza gioia.
Magari è solo invidioso.
Segue una delle scene più sensuali di tutto il romanzo e una delle dichiarazioni di Axel che ogni tanto lo fanno perdonare per tutti i suoi difetti.


«Eri costantemente con me. Mentre cercavo di studiare, quando camminavo per strada. Nel mio letto. Ho rischiato di impazzire perché per averti non potevo fare altro che abbandonarmi quando il sogno arrivava e poi svegliarmi più straziato di prima. Era tutto così reale: il tuo profumo, il tuo respiro, il modo in cui chiudevi gli occhi. Non sono del tutto certo che sia stato soltanto…».

«Ho fatto la cosa giusta una volta e ti ho persa. Non succederà di nuovo. Non me ne importerebbe nulla se anche il mondo dovesse crollare per questo».

Segue una discussione sulla natura di Alexis, il segretario di casa Blackmore, e scopriamo che aveva strani legami con Belladore, ma quali esattamente? Le poche notizie che vengono servite servono solo ad aumentare la curiosità.
Ma il meglio arriva con l’arresto di Eloise. A quanto pare il bel principe biondo non va tanto per il sottile quando si tratta di proteggere la sua amata e qui, ammettiamolo, mette in piedi un piano semplicemente geniale. Quando si dice rovinarsi con le proprie mani…

«Hai un temperamento molto sanguigno, Onorabile Eloise, sarebbe stato sufficiente attendere che ti venisse contestata la tua accusa e rispondere con calma».
La parola successiva che lei proferì procrastinò la scarcerazione a mezzogiorno.


E a quanto pare Eloise finisce per trovarsi così bene in prigione che riesce a farsi rinchiudere per altri tre giorni.
Mentre lei è rinchiusa, però, Ashton e Axel decidono di lasciar da parte la buona vecchia briscola e dedicarsi alle esplorazioni sotterranee. È così che trovano infine la capostipite della famiglia Blackmore, ovviamente cacciandosi nei guai.
Eloise se ne rende conto e manda i rinforzi, aggiungendosi alle fila dei soccorritori. Anche se – ormai ci stiamo facendo l’abitudine – è lei quella che viene salvata più spesso. 10 punti alla ragazza per l’impegno, concediamole almeno questo.

Facciamo la conoscenza di due nuovi personaggi piuttosto intriganti: Nives ed Elenoire, che aiutano Eloise a raggiungere i bellimbusti sopracitati.
Il capitolo si conclude proprio con il clangore della battaglia.

Quindi, come vi sono sembrati questi capitoli?
Le due comparsate di Nives ed Elenoire vi sono piaciute? E gli altri personaggi?

Le Belle

2 commenti:

  1. Ammetto che stavo sinceramente per mollare il libro.
    Il mio giudizio su Eloise è sceso talmente in basso e la mia irritazione per il suo comportamento (o non comportamento) talmente in alto che ritenevo di averne le scatole piene.
    Poi ho pensato che era un peccato rinunciare ad una storia che fino a quel momento mi era piaciuta parecchio solo per colpa di un antipatico arrogante e una rincoglionita, così sono andata avanti. Per fortuna.
    la scena della battaglia mi è piaciuta abbastanza ed è tornata ad incuriosirmi quel tanto che basta per avere voglia di finire il libro.
    Spero che la mia pazienza non venga di nuovo messa a dura prova U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è risaputo: Axel è molto arrogante e all'inizio -diciamo anche, per tutto il primo libro- comprendere il suo comportamento e quello di Eloise non è facile, ma si intuisce che c'è sotto qualcosa e probabilmente ognuno dei due ha le proprie buone ragioni. Ti consigliamo di stringere i denti: ogni nodo verrà al pettine e sarà tutto più chiaro.

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.