martedì 18 marzo 2014

Raven Boys

Maggie Stiefvater

Titolo: Raven Boys
Titolo originale:Raven Boys
Autore:Maggie Stiefvater
Traduttore: Marco Locatelli
Editore: Rizzoli
Prima edizione italiana: 2013
Prima edizione: 2012
Pagine:466
Prezzo: € 16,00 - Rilegato



Questa recensione aspetta di essere scritta da molte settimane ma sapete com'è: il cane vi mangia i compiti, gli alieni vi rapiscono, e poi vi trovate a cercare l'ispirazione in fondo al barattolo della nutella e quando arrivate all'ultimo cucchiaio vi rendete conto di essere stati truffati. Niente ispirazione nella nutella, solo il diabete.
Quindi, prima di partire per la tangente dei deliri, vorrei ringraziare Bianca Marconero per avermi permesso di leggere questo libro. Tu sai che ti adoro, vero Dantuccia cara?

Ok, ora che abbiamo sbrigato i convenevoli, possiamo parlare dei Raven Boys, e vi assicuro che di cose da dire ce ne sono.
Blue è una ragazza particolare, o meglio, dalla famiglia particolare, vive infatti in una casa invasa da un numero imprecisato di zie e cugine, tutte con un dono: le predizioni. Blue è nata in una famiglia di veggenti ma è l'unica a non mostrare particolari doti, a parte quella di intensificare i poteri altrui, rendendo le visioni di madre e zie più precise. Nonostante i vari talenti famigliari, le finanze non vanno troppo bene e Blue lavora part time in un locale per pagarsi i piccoli extra. Per questo motivo non sopporta i Raven Boys, i ragazzi che frequentano la Aglionby, il liceo privato di Henrietta, e che non fanno mistero di navigare nei soldi.
Gansey è un po' il leader della sua piccola cricca e ha una missione: ritrovare l'antico re Glendower che secondo la leggenda riposa in un sepolcro incantato sulla cosiddetta linea di prateria, una linea di potere dove la magia esiste davvero. Insieme a lui troviamo Adam, dolce e pacato, Noah, stropicciato come un vestito smesso, e Ronan, dal pugno facile e il carattere spigoloso. Tutti loro hanno in comune la ricerca del mitico Glendower e non ci vorrà molto perché Blue si aggiunga alla combriccola. In parte per curiosità, in parte perché la dolcezza di Adam riesce a farle superare i suoi pregiudizi sui Raven Boys, Blue si troverà presto coinvolta nella ricerca della linea di prateria.

Blue Sargent non ricordava più quante volte le avessero detto che avrebbe ucciso il suo vero amore.

Non proprio l'inizio più incoraggiante, non trovate?
Confesso che al principio temevo che la storia potesse rivelarsi la solita commedia romantica un po' diluita nel fantasy e invece mi sono sbagliata. Certo, i richiami alla storia d'amore sono frequenti e spesso mi sono trovata a desiderare un pizzico di romance in più, ma la trama è interessante e movimentata, senza bisogno di ricadere nel classico tira e molla amoroso.
I Raven Boys sono ben definiti, dei bei personaggi, e anche se ho avuto difficoltà a immaginarmeli, almeno inizialmente, a causa delle poche descrizioni, alla fine mi sono affezionata a tutti, in blocco. Gansey è presuntuoso e spesso non si rende conto di quanto possa risultare supponente, ma allo stesso tempo sa essere generoso e comprensivo.
Adam è dolce, ma testardo e orgoglioso, mentre Ronan nasconde dietro la scorza dura della rabbia violenta un'anima fragile. Noah passa quasi inosservato, almeno all'inizio, finché la sua storia non viene svelata e allora non si può non amarlo. Per me è stato impossibile decidere chi fosse il mio preferito. Così ho risolto eleggendoli tutti a miei preferiti.
Ma non fatevi ingannare da questo mio piccolo delirio, il libro non è incentrato sui “bei ragazzi” quanto sulle loro vicende, che poi è quello che mi aspetto da un bel libro.
Gli eventi vengono narrati da diversi punti di vista e riescono a portare avanti la storia a un ritmo sempre più incalzante. Leggendo Raven Boys ho avuto l'impressione che i fatti cominciassero a diventare sempre più frenetici, mantenendo però un'atmosfera ovattata che mi ha lasciato l'impressione di aver assistito a una piccola magia.
I colpi di scena non mancano e in particolare si scopre una cosa su un personaggio che mi ha lasciato a bocca aperta e che non mi ero aspettata per nulla. Non è facile cogliermi così impreparata ma la Stiefvater c’è riuscita!
L'unica pecca, a mio parere, sono i frequenti refusi che mi hanno rallentato nella lettura. Purtroppo devo dire che l'editing di questo romanzo è stato pessimo e la cosa mi ha molto infastidita, visto l'ottima qualità della storia. Una rilettura più accurata sarebbe bastata a eliminare la maggior parte degli errori ma è evidente che non è stata fatta.
Altra piccola pecca è che l'ho trovato un libro introduttivo. So che ci sono dei seguiti e immagino che la storia prenda il volo negli altri libri, in questo però ho avuto l'impressione che mancasse poco per arrivare al dunque, mentre si è scelto di lasciare la parte più interessante per i prossimi volumi.
Ormai sono abituata a questo modo di gestire le trilogie o le saghe, ma mi sarebbe piaciuto leggere una storia più completa, o che almeno desse qualche risposta in più. Per certi versi Raven Boys è un libro quasi autoconclusivo, perché una parte della vicenda ha una fine, ma la maggior parte delle domande viene lasciata senza risposta e la cosa mi ha un po’ infastidita.
È un mio personale gusto, lo ammetto. Preferisco saghe composte da volumi che terminino il filo conduttore principale. Costringere il lettore ad aspettare anni per un seguito mi sembra inutile e alla fine deleterio, soprattutto quando le saghe sono molto lunghe. Se consideriamo, poi, che molte serie restano senza seguiti, la mia irritazione arriva alle stelle.
Per concludere, è un libro che consiglio e che mi è piaciuto molto, ma vi metto in guardia: vorrete il seguito!

Il mio voto

4 specchi

Alaisse

8 commenti:

  1. L'ho preso ma non l'ho ancora letto, ora so che devo sbrigarmi a farlo :) La trama mi piace e mi sembrava già prima carino come libro ma in tutta sincerità. non credevo così tanto! Il fatto che la "storia amorosa" sia accennata o comunque faccia parte di tutto il resto e non l'opposto, per me è solo che positivo. Ultimamente un po' troppe autrici abusano delle storie d'amore e creano dei romanzi rosa con un pizzico di fantasy, per carità a volte sono scritti così bene da prendermi in ogni caso ma...da un fantasy mi aspetto un fantasy, almeno principalmente!! Bellissima recensione! ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Anche io preferisco i fantasy con un po' più di azione o comunque, come dici te, con più fantasy. Se voglio la storia d'amore leggo un romanzo rosa, se no voglio che ci sia sostanza! In Raven boys sono stata contenta perché nonostante ci fosse la storia d'amore, o meglio, un inizio di storia d'amore, il grosso della trama versava più sul mistero da risolvere e sui rapporti degli altri personaggi. Per una volta sono stata molto soddisfatta, nonostante si prospetti un triangolo che non mi piace affatto D:
      Leggilo, vedrai che non resterai delusa^^

      Elimina
  2. Ho adorato questo libro, tanto che credo lo rileggerò entro la fine dell'anno, tempo permettendo!! *-* spero davvero che la Rizzoli non ci faccia aspettare troppo per il seguito....e che nel prossimo libro ci siano meno errori!! Alcuni mi hanno proprio fatta inorridire, come quando ho trovato scritto "hanno" anzichè "anno"..orrore!! D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono rimasta sconvolta da certi erroracci D: il brutto è che spesso erano ripetuti e molto, molto frequenti... un vero peccato!
      Io spero che esca presto il seguito, voglio davvero sapere che succede *^*

      Elimina
  3. Anch'io ho adorato The Raven Boys, come qualsiasi altra cosa che scrive la Stiefvater del resto xD Non vedo l'ora di leggere The Dream Thieves, sono sicura che lo amerò anche più del primo volume *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì *_* Anche io mi unisco al desiderio di leggere il seguito. Incrociamo le dita e concentriamoci, forse riusciamo a farlo uscire prima!

      Elimina
  4. Cara Alaisse, credo proprio che tu mi abbia definitivamente convinta a leggere questo romanzo.
    E' nella mia TBR di primavera, e credo proprio che sarà la mia prossima lettura. Ultimamente ho iniziato diversi romanzi, ma non sono rimasta molto soddisfatta e li h mollati praticamente tutti. Credo di avere la crisi da lettrice insoddisfatta ç_ç spero che con The Raven Boys sia la volta buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, fidati, a me è piaciuto molto^^ Se ci fosse stato il seguito già disponibile penso che l'avrei iniziato subito! La forza di questo libro sono proprio i personaggi, i Raven Boys si scaveranno un angolino nel tuo cuore, vedrai ;)

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.