domenica 9 marzo 2014

Per una volta nella vita: Eleanor è grassa? O PENSA di essere grassa?

Una volta terminato Per una volta nella vita di Rainbow Rowell (qui trovate la recensione) mi sono fatta un giro sul sito dell’autrice e ho trovato un post interessante su una domanda che spesso le hanno posto: Is Eleanor fat? Or does Eleanor just THINK she’s fat? , ovvero Eleanor è grassa? O Eleanor PENSA di essere grassa?
Sono rimasta sorpresa nel leggerlo, perché non mi è mai venuto in mente di chiedermi una cosa del genere. Insomma, me la sono immaginata subito in carne, è così che viene descritta, quindi è così che l’ho immaginata. Sul quanto sia grassa, invece, non mi sono mai chiesta nulla. Non mi interessava e non è fondamentale saperlo.
Perciò, leggete lo splendido post dedicato dalla Rowell a questo quesito:

Eleanor è grassa? O Eleanor PENSA di essere grassa?



Eleanor è grassa.
Eleanor pensa anche di essere grassa.
Probabilmente non è così grassa come pensa…
E decisamente non è così ripugnante come crede di essere. Non è ripugnante per niente.
Questa domanda – Eleanor non è davvero grassa, vero? – mi viene posta spesso. E qualche volta (non sempre!), sento che le persone vogliono essere rassicurate da me:

“Non preoccupatevi. Eleanor non è veramente grassa. Non avete immaginato una persona grassa che limona sui sedili posteriori di un'auto; sarebbe disgustoso. In realtà è solo formosa. Come Marilyn Monroe. O Jennifer Love Hewitt.”

Nel romanzo (Eleanor & Park) non dico deliberatamente quanto esattamente sia grassa Eleanor, anche se molti personaggi dicono cosa ne pensano…
Eleanor si vede enorme e ripugnante. I ragazzi del vicinato la chiamano “Big Red”, per questo il padre si aspetta che lei sia più grossa. Park è imbarazzato da Eleanor per varie ragioni, e ci dà la più chiara descrizione del suo corpo:

Perché non si era aspettato fosse così bella? Che avesse tutto quello spazio negativo? Chiuse gli occhi e la vide di nuovo. Un insieme di curve lentigginose a forma di cuore, un cono gelato Dairy Queen perfettamente confezionato. Come una Betty Boop disegnata da una mano pesante.

Ma nessuna di queste risponde alla domanda su quanto sia grassa.
E questo perché non credo sia importante. Io so come immagino Eleanor – ma non mi importa come voi ve la immaginate. E penso che disegnare una linea tra “in un certo senso grassa, ma solo in base agli standard americani del ventunesimo secolo “ e “davvero molto grassa” sia deprimente.
Voglio dire, chi sono io per disegnare quella linea? Chi siete voi? E da dove iniziamo?

Park pensa che Eleanor sia bellissima. La ama per com’è dentro, e la ama per come è fuori. Vuole baciarla. Vuole fare sesso con lei. E questo non perché lui sia coraggioso e profondo – ma perché è attratto da lei.
È così che funziona l’attrazione.
Eleanor è grassa? Sì.
Quanto grassa? Questo dipende da voi.
Ha importanza?


Tradotto ed elaborato da Angharad


Ho adorato la risposta della Rowell, perché è esattamente ciò che ho pensato leggendo la domanda. È davvero così importante sapere quanto sia grassa? Rende meno bello il personaggio o il romanzo?
È disgustoso immaginarsi una Eleanor grassa innamorata e che fa cose da innamorati?
Per me no, ma mi ha spinta a notare quanto l’eccessiva importanza data all’immagine estetica condizioni ogni aspetto della vita, persino la lettura. Lo trovo tanto atroce, quanto inquietante.
Per fortuna ci sono scrittrici come la Rowell che riescono a creare splendidi personaggi al di fuori dei canoni estetici in voga.

Fonte: Is Eleanor fat? Or does Eleanor just THINK she’s fat?

Angharad

22 commenti:

  1. Awww finalmente *_* quoto ogni singola virgola! Brava Ang!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! ♥ Quando ho letto il post della Rowell ho sentito il bisogno di condividerlo. *^*

      Elimina
  2. Grazie per questo post, Angh :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata! ♥
      Le parole della Rowell meritano di essere lette. :3

      Elimina
    2. Infatti sto cercando di procurarmelo *^*

      Elimina
    3. Potrei prestartelo! *^* Solo che prima deve fare il giro con Am e Alaisse. XD

      Elimina
  3. Splendido il post della Rowell ! Eleanor me la sono immaginata subito in carne dalla descrizione, ma non mi sono mai posta il problema. Anzi, finalmente una voce fuori dal coro pieno di stranezze ma con qualcuno pronto ad amarla così com'è, grandissima l'autrice e bellissimo il libro! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, nemmeno io mi sono posta il problema. E poi la Rowell ha dato un tocco in più di originalità e realismo con il personaggio di Eleanor! *o*

      Elimina
  4. Avevo letto anche io questa risposta della Rowell! Non ricordo bene come-perché etc, però l'avevo letta e anche a me è tanto piaciuto come ha risposto! Nemmeno io mi sono posta il problema durante la lettura... ognuno poi immagina le cose a modo suo... ma come dice la Rowell... ha davvero importanza? Alcuni lettori non riescono a passare semplicemente oltre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, non ha alcuna importanza. E mi è piaciuto come la Rowell è riuscita a esprimere il suo punto di vista. E poi diciamo la verità: anche con descrizioni particolareggiate spesso il nostro cervello fa come gli pare. XD

      Elimina
  5. È una domanda così strana: nel libro è detto chiaramente che Eleanore è grassa. Cosa c'è di male?
    Sono così poche le protagoniste che non rispecchiano i canoni della bellezza moderna (quelli che photoshoppano attrici e modelle, perchè anche se sei figa non sei mai abbastanza figa), che trovo triste che quando finalmente ci sono autori che le creano, parte del pubblico cerchi conferma del contrario. Meno male che ci sono persone come Rainbow Rowell e Terry Pratchett, pronti a difendere il diritto di essere protagoniste di una storia a prescindere dall'aspetto fisico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho trovata strana. Non mi sono posta il problema su quanto fosse grassa, lo è, punto.
      Per fortuna che ogni tanto ci sono protagonisti normali. Hai ragione, è proprio triste il fatto che siamo così abituati a un certo canone che persino quando ci propongono qualcosa di diverso nei libri, c'è qualcuno che vorrebbe che in realtà rientri nel canone.

      Elimina
  6. Chi se ne frega di quanto è grassa, a me mi ha fatto provare stima e simpatia. E' questo ciò che conta quando un personaggio è caratterizzato così bene ^^ Eleanor è una ragazza decisa, forte e lo stesso fragile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto!!! Eleanor è un bel personaggio ed è bella proprio perché normale! Una ragazza che potremmo incontrare tutti i giorni. :)

      Elimina
  7. Forse è proprio il fatto che non sia canonicamente perfetta a dare al romanzo una marcia in più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dà quel tocco di realismo. Ti fa pensare di poter veramente incontrare Eleanor. ^^

      Elimina
  8. Che bello questo post, non sapevo di questa domanda/risposta, ma sono contentissima di averlo letto.
    Come hanno già detto in tanti Eleanor è interessante e originale proprio perché si differenzia da tantissime protagoniste di cui leggiamo ogni giorno. La Rowell ha lasciato questa parte all'immaginazione ed è anche per questo che servono i libri: accendere la nostra immaginazione e fantasia...
    Non avevo dubbi che ci fossero persone che sentivano il bisogno di avere più chiara la fisicità di Eleanor, ne capisco il motivo solo perché so quanto la superficialità e l'estetica sia importante al mondo d'oggi.... ma è stato così bello conoscere un personaggio per quello che è realmente e non per il fisico o altre cose.
    Nella mia recensione ho scritto chiaro e tondo che questo libro mi è piaciuto moltissimo proprio perché è una storia realistica al 100% in ogni suo aspetto.
    Grazie per questo post Ang ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata! ♥
      Eleanor è un bel personaggio, nella sua normalità porta un tocco di originalità.
      Io invece non mi aspettavo una domanda del genere, anche se ne comprendo le ragioni. E mi dispiace che salti fuori, perché proprio per le sue imperfezioni Eleanor è più simile a una ragazza normale, che non le mille protagoniste che sono sempre simili a modelle. Mi sconforta un po' pensare che persino in un romanzo si senta l'esigenza di avere protagonisti che rientrino a tutti i costi nei canoni estetici in voga.
      Finalmente un po' di normalità, Eleanor è bella così, per noi e per Park. :3

      Elimina
  9. Eleanor è bellissima perchè è se stessa. Sì si sente a disagio con il suo corpo, ma quale adolescente si sente sicura di se? Soprattutto se presa in giro dai compagni di classe! Poi, effettivamente, "chissene" se è in carne oppure no. Eleanor ha tantissime qualità ed è una ragazzina coraggiosa e questo basta a renderla speciale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, Rosy! Lei è stupenda così com'è. Il disagio lo abbiamo provato tutti, chi più chi meno, e magari lo proviamo ancora. Proprio per questo è così realistica, nelle sue imperfezioni, nei suoi problemi, nel suo essere così se stessa.
      Fossilizzarsi sul quanto sia grassa è assurdo. Vuol dire pensare che possa essere meno bella se lo è.

      Elimina
  10. arrivo anche io... la cosa più figa dei personaggi della Rowell è proprio che sono come sono e non te ne frega niente. Non sono meno intriganti o sexy o teneri perché hanno un aspetto lontano dagli stereotipi. è un'autrice che amo anche perché ci dice le cose come stanno: siamo tutti imperfetti, diversi e siamo tutti speciali, proprio per questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potrei essere più d'accordo, quoto ogni singola parola. E la Rowell è fantastica proprio per questo suo creare personaggi così imperfetti e reali.

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.