martedì 4 marzo 2014

Dentro Jenna (Jenna Fox Chronicles #1)

Mary E. Pearson

Titolo: Dentro Jenna (Jenna Fox Chronicles #1)
Titolo originale: The Adoration of Jenna Fox (Jenna Fox Chronicles #1)
Autore: Mary E Pearson
Traduttore: Elena Reggiani
Editore: Giunti
Prima edizione italiana: 23 marzo 2011
Prima edizione: 29 aprile 2008 - Henry Holt and Co.
Pagine: 346
Prezzo: Rilegato - € 9,90; ebook - € 4,99
Link d'acquisto

Jenna si è risvegliata dopo un anno di coma, un intero anno di vita è andato perso, ma avere improvvisamente diciassette anni invece di sedici non è il problema più grande. Non ricorda il suo passato e la sua famiglia; ha dovuto imparare a camminare, a sorridere e a interpretare le espressioni altrui. Persino il significato di alcune parole le è oscuro.

Il nostro cottage inizia a migliorare, ci sono operai che vanno e vengono ed è come se lei si aspettasse gli stessi progressi da me. Risistemare le assi del soffitto. Risistemare il pavimento. Risistemare Jenna.

Ora Jenna vive con la madre e la nonna Lily in un cottage in stile Cotswold della California, mentre il padre è rimasto a Boston per lavoro. «Tutto tornerà come prima» continuano a ripeterle i genitori; perché anche se Jenna si è risvegliata e sembra star bene, non è la stessa ragazza di un tempo.
Per aiutarla a ricordare, la madre ha dato a Jenna una scatola di CD che contengono filmati della vita di Jenna. Nel primo CD Jenna è ancora dentro l’utero materno. Sono migliaia di CD, ore e ore sulla Jenna perfetta.

Ero venerata. Adorata. Soffocata dalle aspettative. Racchiudevo tutto ciò che tre figli avrebbero potuto essere. Ballavo dando il meglio di me stessa. Studiavo più che potevo. Suonavo al massimo delle mie possibilità. Mi allenavo fino allo stremo. Mi sforzavo di essere tutto ciò che loro sognavano.

La confusione di Jenna e la crescente pressione si stringono sulla protagonista e sul lettore come in un incubo. Nonostante le restrizioni materne, però, Jenna riesce a ottenere il permesso di riprendere a frequentare il college. Può andare all’istituto più vicino, dove gli studi sono concentrati sull’ecosistema, ma ha l’aspetto positivo di non essere troppo affollato.
Proprio il college rappresenta il punto di svolta o, meglio, di inizio della nuova Jenna: ora ha degli amici, gli eccentrici ragazzi della sua classe.
C’è qualcosa che non va e non riguarda solo la memoria di Jenna: l’atmosfera è strana, quasi inquietante e il lettore è costretto a rendersene conto fin dalla prima pagina.
Dentro Jenna si distingue dagli altri young adult sia per la complessità dei temi sia per l’originalità della trama. Il cuore della narrazione è senza dubbio il mistero che si nasconde dietro (o dentro?) Jenna e non credo che sia difficile intuirlo, almeno io me ne sono fatta un’idea in breve. Tuttavia questo non ha compromesso la lettura perché la portata del segreto è inimmaginabile.
Come in altri young adult vi è una storia d’amore, ma non è centrale rendendo più piacevole lo sviluppo della trama e anche la stessa relazione, che ha una potenza, una disperazione che non giudicherei scontate.
Il tempo di Jenna è un futuro imprecisato, in cui il mondo ha subito diverse trasformazioni sia sociali (è stata eletta la seconda presidente donna) sia ambientali (dai disastri ambientali alla scomparsa dell’ultimo orso polare in libertà). La società però è molto concentrata sui temi etici in campo medico perché, a dispetto degli enormi progressi, ci sono dei limiti morali, delle regole a cui la medicina deve sottostare.
Una questione scottante e sempre attuale, ma cosa o chi può stabilire quali sono questi limiti? E quando il progresso medico deve essere fermato? Se pensate di avere delle risposte, se avete dubbi o non vi siete mai posti davvero il problema, credo che Dentro Jenna possa essere una lettura stimolante. Io ho rimesso in discussione qualche mia opinione e, anche se non sono arrivata ad avere certezze, penso che mi sia stato utile.
Nonostante l’argomento, la lettura non è mai pesante o noiosa. È invece scorrevole e piacevole, in un certo senso gustosa. Si potrà dire di uno stile? Secondo me lo stile della Pearson è un’esplosione di sapori e colori. I don’t know… It fizzes like cherry cola.
La presenza di poesie brevi e intense (penso anche ben rese dalla traduzione) ha contribuito, insieme alla narrazione in prima persona e allo stile che ho già lodato, a creare un legame intenso con la protagonista e ha accresciuto il mio entusiasmo.
Altro aspetto centrale nel romanzo è la costruzione di un’identità. Jenna non ha memoria e, per quanto si sforzi di ricordare, è un’estranea nel suo stesso corpo. A questo proposito ho raggiunto un’immedesimazione particolarmente intensa, quasi folle: sono arrivata al punto di guardarmi stralunata le gambe; non le riconoscevo.
Ritornando al libro, la protagonista si chiede più volte chi sia la vera Jenna: la Jenna perfetta, quella tanto amata dai genitori, o la Jenna con la camminata strana, che non ricorda chi siano i suoi genitori, ma conosce perfettamente la storia e l’intero Walden? Ciò che sa è che può scegliere (in un certo senso) chi essere.
Al di là del caso particolare di Jenna, ogni adolescente vive un periodo di confusione sulla propria identità, sulle proprie aspirazioni e, chi più e chi meno, tutti sanno cosa voglia dire sentire la pressione delle aspettative proprie o altrui. Nel caso della protagonista sono forti le aspettative dei genitori ed è un tratto psicologico che l’autrice riesce a sviluppare in entrambi i sensi, rivelando sia le emozioni di Jenna sia quelle dei suoi famigliari.
Ogni personaggio è ben definito dal punto di vista caratteriale, tuttavia non c’è uno sviluppo esauriente di ciascuna storia ed esperienza anche perché probabilmente la Pearson avrebbe dovuto scrivere il corrispettivo di Dentro Jenna anche per Ethan, Allys e decisamente per Dane.
Avrete già ben chiaro che questo romanzo mi ha emozionata ed entusiasmata moltissimo. Se non raggiunge una più alta votazione, è perché ho trovato un po’ frettoloso il finale e perché mi è rimasta molta curiosità sugli altri personaggi.

Quando leggerò il seguito? Non presto, penso; ho un po’ paura di esserne delusa e, inoltre, essendo un romanzo autoconclusivo, non ho l’opprimente ansia di attaccare subito L’eredità di Jenna, secondo volume della trilogia.

Non è di questo che è fatta la vita?
Schegge. Ritagli. Attimi


.

Il mio voto

4 specchi e mezzo

p.s. Ringrazio Annie per avermi fatto scoprire questa piccola perla.

I libri della serie:
Dentro Jenna (Jenna Fox Chronicles #1)
The Rotten Beast (Jenna Fox Chronicles #1.5) - Inedito in Italia
L'Eredità di Jenna (Jenna Fox Chronicles #2)
Fox Forever (Jenna Fox Chronicles, #3) - Inedito in Italia

Amaranth

6 commenti:

  1. Ho amato tantissimo questo libro, è originale, ben scritto, fantascientifico, inquietante.. Mi è piaciuto tantissimo. Per ora neanche io ho preso il secondo, specie perché la Giunti non sa quando (e credo SE) pubblicherà il seguito. E' un peccato perché ho sentito pareri molto positivi anche su "L'eredità di Jenna".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come per Dentro Jenna anche per L'eredità di Jenna ho raccolto opinioni contrastanti, ma anche da chi ha apprezzato il primo. Questo è uno dei motivi per cui sto rimandando la lettura. Quanto alla pubblicazione del seguito, direi proprio che non c'è molta speranza... ma chissà!

      Elimina
  2. Penso dovrò rivalutare la mia scelta di non leggere questo libro. Sembra una di quelle letture che catturano e non ti fanno fare altro se non leggere finché non si è arrivati all'ultima pagina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da rivalutare assolutamente: se ti capita l'occasione, leggilo. È come dici tu: non mi sarei mai staccata dal libro ^.^

      Elimina
  3. Non conoscevo questo libro, ma dopo aver letto quest arecensione l'ho segnato sulla mia agendina.
    Sembra appassionante e avvincente, proprio come piacciono a me *-*
    Sono contenta che la storia d'amore non sia centrarle altrimenti sarebbe diventato un libro banale.

    Se ti piacciono questi libri allora ti consiglio fortemente di partecipare al mio Giveaway ^-^/ in palio un libro che ti terrà con il fiato sospeso dalla prima all'ultima pagina.
    E ti consiglio di leggerlo anche se non lo vincerai ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto molto perciò continuerò a consigliarlo. ^.^

      Grazie per la segnalazione del give e del romanzo =D

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.