mercoledì 12 marzo 2014

Cool Book Covers #9

Questa è una rubrica interamente dedicata alle cover dei libri con il preciso intento di scovarne di uniche, incredibili e (possiamo dirlo?) fighe.
Non saranno necessariamente belle, non nel senso comune del termine almeno. Le cover, infatti, saranno scelte per la loro originalità: dovranno distinguersi, rompere gli schemi.




Parliamo di nuovo di cover. Questa volta ho deciso di dedicare l’appuntamento alla serie di Marissa Meyer. Non ho ancora letto Cinder (shame on me), ma è nella mia To-be-read list e spero di spuntarlo entro l’anno.

Titolo: Cinder
Serie: The Lunar Chronicles #1
Titolo originale: Cinder
Autore: Marissa Meyer
Traduttore: Alessandra Sogne
Editore: Mondadori
Prima edizione italiana: 13 marzo 2012
Prima edizione: Feiwel & Friends – 3 gennaio 2012
Pagine: 250
Prezzo: Rilegato - € 17,00

Una cyborg non può piangere, non può sperare né sognare: può innamorarsi?

In un futuro lontano la Terra è divisa in sei grandi regni. Cinder è una ragazza metà umana e metà cyborg. Non ha ricordi della sua infanzia mentre il suo futuro sembra scritto: il lavoro da meccanico al mercato, una matrigna e delle sorellastre da sopportare, qualsiasi sogno da soffocare. Eppure quando per caso incontra il principe Kaito, erede al trono del regno, qualcosa in lei si accende. Ma può una cyborg sognare una vita normale?
Intanto il mondo è invaso da un’epidemia e l’unica ad avere l’antidoto è la splendida ma malefica Regina di Luna: con il suo sguardo magico e letale riesce a controllare le menti. Ma il prezzo da pagare per la salvezza del mondo è troppo alto.

La versione italiana di Cinder (accanto alla trama) non mi dice molto e, a mio avviso, impallidisce davanti all’originale. Al contrario credo che sia l’originale sia l’edizione italiana di Scarlett abbiano delle cover molto belle. Ammetto di essere innamoratissima delle cover delle Cronache Lunari: ho un debole per loro e non saprei nemmeno dire perché.

Della cover di Cinder adoro la linea della gamba, l’eleganza del decolté rosso e la trasparenza che consente di vedere l’anatomia interna.

Scarlet merita un discorso a sé: che si tratti di un mantello diventa evidente seguendo le linee del drappeggio, ma mi piace pensare che il manto rosso stia volteggiando nell’aria. Penso che sia il caso di riconoscere che anche la versione italiana (accanto) ha il suo fascino: è un po’ più terrena e il bosco alle spalle della ragazza aggiunge un po’ di mistero. Dove starà andando la nostra piccola Cappuccetto Rosso?

A proposito del secondo volume delle Cronache Lunari vorrei consigliarvi di dare uno sguardo anche alla versione spagnola e a quella portoghese. (Cliccate sulle parole)

Con Cress non mi è possibile fare un confronto, ma sono innamorata della cover. Non ho una particolare preferenza per la fiaba di Raperonzolo, ma penso che questa copertina sia la più bella della serie: la luce sul nastro che avvolge la treccia dà magia all’immagine che rimane molto delicata.

Con tre cover della serie affiancate si può notare che vi è un discorso corale che la casa editrice ha programmato e che, almeno per il momento, sta mantenendo nella pubblicazione. La scelta dei colori rappresenta il primo legame tra le immagini: il rosso predomina e spicca sulle variazioni di blu. Bisogna notare anche il posizionamento della luce in Cinder e in Scarlet e la nebbia che avvolge il manto rosso del secondo capitolo delle Cronache e la treccia nell’ultimo.

Nell’edizione italiana non mi sembra di poter proprio dire lo stesso. In parte la cover di Cinder si allontana dal retelling delle fiabe: di certo non è immediato il riferimento. Si riprende, invece, con Scarlet, ma si perde il legame tra le copertine: non penso che basti il mantenimento del font, ma forse dovremmo aspettare la pubblicazione di Cress per avere una visione più completa della linea grafica.

Qual è la vostra cover preferita? Avete letto anche i libri?

Amaranth

4 commenti:

  1. Am, saremo compagne di lettura...nemmeno io ho ancora iniziato questa serie....A questo punto credo che aspetterò che esca anche l'ultimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy, magari ci organizziamo e iniziamo la serie assieme?

      Elimina
  2. Le cover che mi piacciono di più sono quella dell'edizione italiana di Scarlett (cosa davvero strana, perché di solito le cover originali battono le nostrane :P) e quella di Cress.
    Cinder l'ho letto, ma sinceramente non mi aveva detto un granché. Per carità l'idea era originale e tutto sommato il libro mi era piaciuto, ma niente di particolare, almeno secondo me. Però la serie la continuerò... continuo a ripromettermi di iniziare Scarlet, ma ancora non l'ho fatto... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bella la cover di Scarlett, ma stona - almeno secondo me- accanto a Cinder, che prima o poi inizierò... Sono sempre più curiosa e rimandare forse non conviene neanche a me =S

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.