lunedì 3 febbraio 2014

Tutto ciò che sappiamo dell'amore (Slammed #1)

Colleen Hoover

Titolo: Tutto ciò che sappiamo dell'amore (Slammed #1)
Titolo originale: Slammed (Slammed #1)
Autore: Colleen Hoover
Traduttore: Giulia De Biase
Editore: Rizzoli
Prima edizione italiana: 9 giugno 2013
Prima edizione: selfpublishing - 4 gennaio 2012
Pagine: 343
Prezzo: Rilegato - € 16,00; ebook - € 6,99
Link d'acquisto
C'è stato un momento in cui, finite le letture in corso, non sapevo quali libri iniziare e così mi sono ritrovata a leggere Tutto ciò che sappiamo dell'amore, che non era in programma.
Dopo la morte del padre, Laiken è costretta a trasferirsi in Michigan con la madre e il fratellino Kel. Laiken mi è piaciuta subito o, meglio, Laiken all'inizio mi è piaciuta. Poiché è lei a narrare la storia, infatti, l'empatia si crea piuttosto facilmente. Appare subito come una ragazza in gamba e io mi sono sentita a mio agio, mentre la seguivo a bordo del furgoncino per il trasloco.
La mattina stessa del loro arrivo nella nuova casa, incontrano due vicini: Caulder, un bambino della stessa età di Kel, e Will, un ragazzo “Figo” è l’aggettivo che la maggior parte delle ragazze userebbe per descriverlo, probabilmente. Eh-err!
Tranquilli, poi, tra una parola e l'altra, riusciamo anche a immaginare Will attraverso una caratterizzazione più particolareggiata del termine "figo".
Lo so che questo tono non promette nulla di buono, ma mi ha infastidito che Laiken si limitasse a dire: «Tutte direbbero figo, ma non io».
Caulder e Kel diventano amici per la pelle all'istante, ma anche tra Laiken e Will c'è molta sintonia e le cose evolvono rapidamente.
A questo punto la Am razionale teneva ancorata a terra quella più sognatrice: sì, io credo nel colpo di fulmine (ci credo? Davvero?), ma non siamo sono un po' troppo precipitosi?
La Sognatrice ha così risposto: «Vuoi farmi credere che non vorresti scivolare su un nano da giardino sepolto dalla neve, se poi è il tuo nuovo vicino sexy a medicarti?». E in effetti…
Mica vi starete chiedendo come siamo passati da "figo" a "sexy"? Adattamento personale.
Torniamo ai protagonisti: Lake (questo il diminutivo di Laiken) e Will escono per il loro primo appuntamento. Will vuole condividere con lei qualcosa di importante e così la porta a una serata "Slam", una sorta di gara di poesia a cui tutti possono partecipare. Il mio cuore ha promosso la serata.
Naturalmente non potevo non aspettarmi un fulmine a ciel sereno: il primo giorno di scuola Lake scopre che il suo amore non può avere futuro perché Will è il suo insegnante.
No, no. Chiudiamo gli occhi sul più classico dei cliché: qualcosa doveva pur andar storto. Sì, qualcosa. Non tutto. La vita però non è gentile, non concede grazie e non guarda in faccia a nessuno: con Lake si accanisce decisamente. Non scendo nei dettagli perché finirei con lo spoilerarvi gran parte del libro, ma ricordatevi che il padre di Lake è morto da appena sei mesi e dall'altra parte c'è Will che ha perso entrambi i genitori ed era ancora al college, quando si è ritrovato con un bambino a carico. Questo è il motivo per cui, dopo aver accelerato gli studi, Will insegna in un liceo.
Se pensate che le disgrazie siano terminate, sbagliate. Persino Eddie, la nuova amica di Lake, ha un passato terribile, ma questo non le impedisce di essere una ragazza incredibile.
Il problema delle tragedie che toccano i personaggi della Hoover è che sono troppe e, sinceramente, mal affrontate: dovrebbero commuovere, far piangere, ma… niente. Mi sono chiesta se ci fosse qualcosa che non funzionasse in me, che normalmente (e non ne faccio un vanto) non sono così insensibile. Certo è che battute come: «Santo cielo, Eddie, è una storia surreale» non hanno contribuito a dar credito alla narrazione.
Sappiate che ho avuto i miei due momenti da lacrimuccia, ma per il resto ho trovato che gli eventi fossero un po' posticci.

Non giudicate mai gli altri. Voi due sapete molto bene quanto un evento inaspettato possa cambiare le persone. E spesso non abbiamo idea di che cosa stia accadendo nella vita degli altri.

Ho adorato i due bambini e i loro giochi sono stati i momenti che mi hanno emozionata di più. In particolare Kel e i suoi giorni all'incontrario sono diventati una vera fonte di ispirazione.

Ho accennato al fatto che la protagonista ha smesso di andarmi a genio: cercherò di spiegarvi il motivo senza rivelarvi troppo. Mentre persone a lei vicine vivono situazioni drammatiche, Laiken è concentrata su Will, sul loro amore impossibile e su quanto stia soffrendo; e vi assicuro che questo non la porta a essere più comprensiva nei confronti dell'amato.
Sì, la Hoover poi rimedia facendo raccontare da terzi quanto Lake sia stata importante per loro e li abbia aiutati, ma per me non è sufficiente. Spero che possiate perdonarmi.
Non voglio farvi credere che il mio rapporto con questo romanzo sia stato un totale disastro. Al contrario la lettura è stata piuttosto scorrevole e veloce e ho apprezzato diversi elementi, tra cui la poesia dallo slam alle lezioni scolastiche.

Mi ha insegnato
a mettere l'enfasi
sulla vita.

Momento rivelazione.
Tutto ciò che sappiamo dell'amore mi ha attirato soprattutto per la cover italiana che ho trovato piuttosto originale: graficamente è stato fatto un ottimo lavoro.

I miei genitori
mi hanno insegnato
a imparare che
quando fallisco
devo solo fare del mio meglio
devo solo fare del mio meglio.

–THE AVETT BROTHERS, “WHEN I DRINK

Inoltre mi sono decisa ad ascoltare gli Avett Brothers: dopo 21 capitoli di citazioni è quasi un obbligo.

Tutto ciò che sappiamo dell'amore è una lettura piacevole, ma mi aspettavo di più: rinunciare a qualche lacrima e sviluppare maggiormente alcuni temi avrebbe reso giustizia al romanzo e allo stile della Hoover.
So di essere stata io stessa a espormi a un rischio scegliendo di leggere un genere che forse non mi è così congeniale, ma mi rifiuto di credere che sia questa la ragione per cui questo libro non mi ha convinta del tutto. D'altra parte "leggo tutto, tranne i romance" non suona molto bene.

Il mio voto

3 specchi

I libri della serie:
Tutto ciò che sappiamo dell'amore (Slammed #1)
Tutto ciò che sappiamo di noi due (Slammed #2)
This girl (Slammed #3) - Inedito in Italia

Amaranth

12 commenti:

  1. Bella recensione, Am ;-) in realtà non sei l'unica ad aver avuto questo rapporto con il romanzo della Hoover, anzi ho letto parecchie recensioni di questo tipo, quindi ora ho una visione abbastanza equilibrata del libro. Per natura non sono un tipo che si fa aspettative perché le ritengo inutili, quindi è difficile che io rimanga delusa da un'opera, ma leggere altre opinioni, soprattutto se diverse, mi aiuta sempre a capire meglio la tipologia di storia e come approcciarmi ad essa ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai davvero bene a non farti aspettative, per me non è ancora facile. Però è vero che i libri riescono a cambiare da lettore a lettore; anche questo è un lato bello della lettura.
      Grazie di ❤

      Elimina
  2. Bella recensione, ne avevo lette solo di entusiaste e ora ho un'idea più precisa di cosa aspettarmi (specie perchè il romance non è proprio il mio genere favorito).
    Prima o poi lo leggerò, è da un bel po' che ce l'ho in lista d'attesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Katerina, ti capisco. Io ho una predisposizione per i fantasy e quindi mi muovo un po' a disagio in altri generi, specie in questo, ma mi piace variare. Anch'io avevo letto diverse opinioni positivissime, ma sono riuscita a leggerlo senza pensarci troppo. ^^

      Elimina
  3. Splendida recensione, complimenti! Io ancora devo leggerlo, come Katerina, ce l'ho da un infinità di tempo in lista d'attesa. Ma sul mio comodino ci sono talmente tanti di quei libri che mi invogliano più di questo... Non posso farci niente! Direi che è ora che io mi muova, non posso continuare a tenerlo in attesa per tutto questo tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Alexandra! Anch'io ho tantissimi libri sul comodino e sparsi in ogni dove: questo non era proprio previsto tra le letture del periodo, ma mi è capitato. I libri capitano al momento giusto XD

      Elimina
  4. Bella recensione :) Non l'ho letto ma vorrei farlo,magari tra un po' quando avrò voglia di qualcosa di diverso,visto che non è molto il mio genere. Tra l'altro l'avevo già adocchiato in libreria e mi aveva colpito proprio per la copertina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Viola! ^^ Sicuramente arriverà il momento giusto.
      Anche tu sei rimasta colpita dalla cover? È davvero carina =D

      Elimina
  5. Nemmeno io sono rimasta entusiasta di questo romanzo.
    Avevo letto moltissime recensioni positive e mi sono tuffata nella lettura non appena è uscito, ma in realtà ho trovato Layken piuttosto superficiale e concentrata sul suo amore impossibile con Will, e poi francamente è un romanzo troppo pieno di tragedie. Troppo dolore da sopportare per due ragazzi così giovani.
    Bellissima recensione Am, come sempre accuratissima :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo: Layken passa da essere una ragazza cresciuta in fretta per essere d'aiuto alla madre a "ma-quanto-sono-innamorata-mi-fa-soffrire-troppo", quando avrebbe tragedie più grandi da affrontare. La Hoover ha giocato troppo con le tragedie a mio avviso, ottenendo l'effetto contrario a quello voluto.
      Thank you, sweetie ♥

      Elimina
  6. devo prenderlo, ne ho sentito parlare molto bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ci farai conoscere la tua opinione, quando l'avrai letto ^^

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.