domenica 20 ottobre 2013

Segnalazioni

Stamattina mi sono dovuta rotolare giù dal letto: non ci sarebbe stato altro modo che mi consentisse di alzarmi. Ho aperto la finestra e… hanno costruito un muro? Quando è successo?
Nebbia. La tentazione di ritornare sotto le coperte è stata forte: si avvicina l'inverno e io mi preparo al letargo. Sono sempre più convinta di essere vergine con ascendente riccio.
Per resistere al mio sempre più seducente letto, ho deciso di dare un'occhiata alle segnalazioni che ci sono giunte. E potrei mai non condividerle con voi?

Corella. L'ombra del Borgia

Qualche tempo fa, lo ricorderete, Alaisse aveva letto e apprezzato La Società degli Spiriti, primo romanzo della serie Victorian Solstice. Una delle autrici, Federica Soprani, ha recentemente vinto al primo Premio Letterario Mondoscrittura, aggiudicandosi la pubblicazione del suo romanzo d'esordio.

Titolo: Corella. L'ombra del Borgia
Autore: Federica Soprani
Editore: Edizioni Mondoscrittura
Prima edizione: 28 settembre 2013
Pagine: 217
Prezzo: Brossura - € 12,00; ebook - € 1,99

Roma, 1505.
In un cupo sotterraneo di Castel Sant’Angelo, Niccolò Machiavelli visita un prigioniero spagnolo, Michele Corella. Il suo corpo è stato devastato dalla tortura, ma la sua mente ancora vigile e colma di ricordi trascina il letterato in un viaggio nel tempo, sulle tracce di un’avventura tanto grandiosa quanto effimera: l’ascesa e la caduta di Cesare Borgia, all’ombra del quale Corella ha vissuto, custode e araldo di un sogno non suo. Le vicende della famiglia Borgia si snodano lungo tredici anni di guerre, intrighi, matrimoni e delitti, facendo emergere uomini e donne in un susseguirsi di grandezza e miseria che trascende la storia, riportando personaggi celebri al ruolo di comuni mortali. Alla fine, non più protetto dal nome dei Borgia, non più tenuto a preservare la loro ambizione, Corella dovrà fare i conti con la propria vita e le proprie scelte.

Il bizzarro incidente del tempo rubato

Quante volte avete pronunciato la fatidica frase: «Se solo le giornate durassero quarantotto ore!»? Quarantotto ore a me non basterebbero comunque, ma provate a pensare di avere anche solo un minuto in più nell'arco della prossima ora. Che dite? Farebbe la differenza? Due secondi in più, invece, non potrebbero mai cambiarci la vita, o forse…

Nel 1972 furono aggiunti due secondi al tempo.
Forse per questo la vita di Byron cambiò per sempre?


Titolo: Il bizzarro incidente del tempo rubato
Titolo originale: Perfect
Autore: Rachel Joyce
Traduttore: Arduini
Editore: Sperling&Kupfer
Prima edizione italiana: 1 ottobre 2013
Prima edizione: Doubleday – 4 luglio 2013
Pagine: 371
Prezzo: Rilegato - € 17,90; ebook - € 9,99

1972. Byron Hemmings ha undici anni, una mamma che lo adora, una fantasia galoppante e un animo delicato, che lo rendono un po' diverso dai compagni. Solo l'amico James sembra curarsi di lui, l'intelligentissimo James che considera perfetta la mamma di Byron e ha una risposta a ogni domanda. È proprio James a comunicargli la notizia che gli cambierà la vita: alla fine di giugno, il tempo avanzerà di due secondi, per allineare gli orologi alla rotazione terrestre. Byron è sconvolto dall'enormità dell'evento: l'uomo può davvero cambiare il corso del tempo senza pagarne le conseguenze? Quando la madre Diana ha un piccolo incidente d’auto, Byron ne sarà profondamente suggestionato, al punto da attribuire la colpa ai due secondi aggiunti al tempo.
Oggi. Jim ha cinquant'anni, vive in un vecchio camper e lavora nel bar di un supermercato. Si occupa delle pulizie e non serve più ai tavoli, perché i suoi cappuccini decorati con lamponi e garofani non erano molto apprezzati dai clienti. D'altro canto, Jim è un tipo piuttosto eccentrico: quando parla - pochissimo - balbetta, non entra mai nel camper prima di aver salutato tutti gli oggetti che lo popolano e non ama essere toccato. Almeno fino a quando non conosce Eileen, l'esuberante, appariscente, generosissima cameriera che lavora con lui.

Forse qualcuno di voi ha letto L'imprevedibile viaggio di Harold Fry, romanzo d'esordio della Joyce e bestseller internazionale, cosa ne pensate di questa nuova pubblicazione?
A me (e penso sia inevitabile) ricorda un po' Ophelia e le Officine del Tempo, anche se la trama è ben diversa.

12 porte

Coraggio hai avuto nell’affrontare il viaggio.
E ora forse sei triste, perché tutto finisce.
Ma inizio e fine son concetti sibillini,
te ne accorgi non appena ti incammini.
Appena al dunque arrivi, ti accorgi del miraggio,
dentro un viaggio... c’è un altro viaggio...”

12 porte è il romanzo d'esordio di Daisy Franchetto, autrice torinese, nonché primo volume di una trilogia. Anche se per il momento ne rimando la lettura, ammetto di essere rimasta affascinata dalle premesse che circondano questo libro ed è questo il motivo principale che mi spinge a parlarvene.

Titolo: 12 porte
Autore: Daisy Franchetto
Editore: Montag
Prima edizione: 10 dicembre 2012
Pagine: 315
Prezzo: € 18,00

Lunar è una giovane, vittima di violenza. La notte stessa in cui si consuma il terribile episodio si trova a bussare a una porta in cerca di aiuto: è la porta della Casa. Le apre una strana donna accompagnata da un animale speciale. È questo il primo contatto di Lunar con una dimensione interiore che non credeva esistesse. La giovane tenterà di far fronte al periodo di dolore e di angoscia che la aspetta contando sulle sue forze e sull’aiuto della famiglia, ma, quando si ritrova faccia a faccia con il suo carnefice, si rende conto di aver bisogno di un aiuto "particolare".
Inizia così il percorso di guarigione all’interno della Casa, alla scoperta di personaggi e luoghi fantastici: i contenuti della sua psiche, ma non solo. Dovrà superare tre prove, che altro non sono che un allenamento in vista di ciò che la attende, e varcare le 12 porte, che sono simboli dei passaggi necessari alla sua evoluzione.

State leggendo qualcosa di carino?
Avete trovato qualcosa di interessante tra questi titoli?

Amaranth

10 commenti:

  1. 'Il bizzarro incidente del tempo rubato' mi attira tantissimo. Lo dico sempre: deve esser mio!

    RispondiElimina
  2. Di questi mi attira Il Bizzarro Incidente del Tempo Rubato... non vedo l'ora che esca l'edizione economica :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, assolutamente: edizione economica XD

      Elimina
  3. Io sto leggendo "Corella.L'ombra del Borgia" raffinato romanzo storico scritto da Federica Soprani. E' una lettura che rapisce l'anima! Federica è una scrittrice dal talento prorompente. Un cordiale saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole: non fanno che aumentare la mia curiosità.
      Dopo che Alaisse (ci consigliamo anche a vicenda) mi ha parlato de La Società degli Spiriti, ho inserito nella TBR list il romanzo. E anche questo è entrato a farne parte, appena ho saputo della pubblicazione.

      Elimina
  4. Devo leggere Corella, sono molto curiosa a me piacciono i Borgia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una famiglia che ha sempre intrigato anche me; infatti, mi ha attirato subito ;)

      Elimina
  5. I Borgia *__*
    Sono curiosa, spero non mi deluda!!
    C'era un periodo che in giro per il web sentivo parlare solo del libro "Il bizzarro incidente del tempo rubato"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi unisco alla tua speranza.
      Quanto a Il bizzarro incidente del tempo rubato, come vedi è uscito da poco ed evidentemente ha suscitato un po' di curiosità... ;)

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.