sabato 15 giugno 2013

A prima vista

Le prime parole di un libro sono le scintille che accendono la curiosità e attraggono il lettore trascinandolo in un mondo nuovo, tra carta e emozioni. Vi invitiamo a scoprire gli incipit che ci hanno più appassionato e che abbiamo scelto per invogliare anche voi a proseguire la lettura.

Black Friars. L'Ordine della Spada, Virginia de Winter


Scendeva la sera mentre i Frati dell'Ordine della Spada si disponevano per la parata annuale della Vigilia di Ognissanti. I cavalli sbuffavano attendendo che i cavalieri li guidassero per le vie della città; i palafrenieri e i novizi avrebbero seguito il corteo a piedi.
I Frati Neri, com'erano comunemente chiamati gli appartenenti all'Ordine della Spada, indossavano la tradizionale divisa da lutto: il mantello, nero come l'uniforme militare, la spada sul fianco e al collo la Fides Armata, la croce a forma di spada rovesciata.
I novizi, che avevano la consegna del silenzio, si scambiavano gesti consultandosi sulla situazione del tempo senza emettere alcun suono: al pallido violetto che tingeva il cielo, ancora chiaro sulla linea dell'orizzonte, era solcato da nuvole che non sembravano promettere pioggia.
L'oscurità calava sulle facciate dei palazzi, le luci si accendevano dietro le finestre, le torce e le luminarie intorno ai portali e sui davanzali tenevano a bada il buio. Un ufficiale dell'Ordine fece suonare tre volte una campanella e i colpi regolari echeggiarono le campane delle cattedrali che battevano i Vespri, perdendosi nel crepuscolo che stemperava il primo buio.
Era il segnale per gli ufficiali, che montarono in sella e si portarono in testa al corteo; quando il primo rintocco risuonò dal campanile dei Frati Neri, il comandante dell'Ordine spronò il cavallo.
La parata avrebbe percorso le vie principali della Vecchia Capitale fino alla mezzanotte, quando tutte le cattedrali cittadine avrebbero suonato i dodici rintocchi a morto, e a quel punto le milizie nere avrebbero assunto le loro posizioni intorno alla zona dove sorgeva il Presidio.

Allora, quante hanno ripreso in mano il libro?
E quante fremono per iniziarlo?

Le Belle
Il viaggio Verso la Vecchia Capitale prosegue, se siete curiosi di sapere di che si tratta e volete iscrivervi (potete farlo in qualunque momento) cliccate qui.

23 commenti:

  1. Sicuramente da leggere! Mi ispira. E concordo!(La ragazza dell'immagine usata nel quadratino con su scritto "a prima vista" è Jessica Jung delle Snsd *-*) scusate la parentesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao^^
      La foto è stata scelta con consapevolezza ^.^
      E, sì, devi assolutamente leggere questo libro.. non per nulla gli stiamo dedicando tutti questi post!

      Elimina
  2. devo fare un tour per rileggere tutti e tre i libri e concludere con il quarto!!! In queste giornate estive voglio proprio perdermi tra le nebbie della vecchia capitale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il caldo alle porte perdersi nella Vecchia Capitale non può che essere una boccata d'aria fresca (fredda). Noi siamo perse tra le nebbie da giorni ormai e non abbiamo intenzione di tornare ;)

      Elimina
  3. anch'io credo che li rileggerò anche se devo ammettere che l'inizio non mi era piaciuto moltissimo..è un libro che si schiude come un fiore ..piano piano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Ordine della Spada ha sicuramente un ritmo più lento rispetto agli altri, soprattutto all'inizio. Un fiore che si schiude pian piano.. un'immagine stupenda e azzeccata ;)

      Elimina
  4. Non potendo riprendere fisicamente il libro in mano, mi sono fiondata sul sito :)
    Che dire, ogni volta quelle parole ti catturano e ti fanno perdere la cognizione del tempo e di te :')

    A domani! :*
    *Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Valentina, a ogni rilettura Black Friars ci cattura come alla prima volta *.*

      Elimina
  5. Ho programmato di rileggere tutti gli altri 3 libri cosi leggero' il quarto senza interruzioni!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, noi lo stiamo già facendo e come sempre è una scoperta ;)

      Elimina
  6. Io lo sto rileggendo! Quest'iniziativa mi ha fatto venire un'enorme voglia di rileggerli tutti! L'avrei fatto comunque, in vista dell'uscita dell'ultimo *w*
    E adoro ogni parte de L'Ordine della Spada, quindi anche l'incipit così ricco di particolari e dallo stile affascinante che riecheggia in tutto il libro.
    Bene, si, sono una pazza uscita dal manicomio, ma è tutto colpa di Black Friars u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei pazza, Bliss! O meglio, se lo sei, ti facciamo buona compagnia XD
      Rileggere i primi libri in vista della nuova uscita è cosa buona e giusta e dovremmo tutti prendere esempio da te XD

      Elimina
  7. Ho riletto la Spada e la Penna appena si è avuta notizia dell'ultimo libro ^_^ e anche se fremo dalla voglia di rileggerli di nuovo credo che tenterò in tutti i modi di trattenermi! Ma ogni volta che leggo l'incipit la voglia è irresistibile *-*
    La Chiave ammetto di non essere mai riuscita a rileggerla, non per intero almeno... Perdonatemi ç_ç sono una pessima fan ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che neanche io sono mai riuscita a rileggere la Chiave dall'inizio alla fine? Finora della Chiave ho spesso riletto solo gli ultimi capitoli, la "resa dei conti" se così si può definire. Adoro quella parte.

      Elimina
    2. Alaisse ha appena riletto la Chiave ma è stata una sofferenza... Libro stupendo, per molti versi anche migliore della Spada, ma gli eventi che accadono sono sempre un colpo al cuore!
      I dialoghi, poi, sono una cosa meravigliosa... su Belladore in particolare ci sarà una bella sorpresa ;)

      Elimina
  8. l'ho riletto giusto stamattina, occorre arrivare preparate al 4 libro, soprattutto vista la moltitudine di personaggi che si susseguono nei libri e che passano da comparse, a personaggi secondari, a protagonisti nello svolgimento della vicenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Chiara! Ti vogliamo preparata ;)
      Una rilettura è d'obbligo soprattutto per non farsi sfuggire i dettagli che Lady Vi sparge come margherite ma spesso vengono offuscati dalla frenesia di arrivare all'ultima pagina. A noi è capitato puntualmente di non scoprire il "colpevole" dei vari misfatti perché troppo prese dalle vicende amorose dei personaggi... siamo pessimi soggetti -.-

      Elimina
  9. L'Ordine della Spada non è il mio preferito, ma ogni volta che leggo l'incipit mi vengono i brividi.
    E' l'inizio di tutto, tutto comincia con la Spada, ma l'amore per me più profondo sarà la chiave, assolutamente :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi è difficile scegliere un libro preferito... li amiamo tutti in modi diversi e per motivi diversi. La nostra speranza è di amare allo stesso modo l'ultimo nascituro *.* (e poi tutti gli altri a seguire... perché DEVONO essercene altri!)

      Elimina
  10. Ohhh mamma. E' stato l'inizio di una storia unica. Le atmosfere, i luoghi, i personaggi, la storia... Ricordo ancora, prima di correre in libreria a comprarmelo, come mi aveva colpito la copertina, in bella mostra tra le novità della biblioteca! E' stato un colpo di fulmine. Amore a prima vista proprio *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! Per noi è stato più un amore a prima lettura... Ma è stato comunque folgorante. Black Friars è così: lo si ama o lo si odia. Difficile il compromesso ;)

      Elimina
  11. Lo ammetto. la prima volta che lo lessi, l'inizio mi risultò quasi incomprensibile. Ma piano piano la storia e i personaggi (e che personaggi!) hanno davvero fatto strada dentro la mia piccola testolina!
    Riletto non so quante volte! ho persino sottolineato delle frasi! (cosa che considero eresia sottolineare dei libri io!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero: l'inizio, almeno la prima volta, lascia un po' spaesati, ma poi non ci si può più fermare.

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.