venerdì 28 dicembre 2012

Nightshade

Andrea Cremer

Titolo: Nightshade (Nightshade #1)
Titolo originale: Nightshade (Nightshade #1)
Autore: Andrea Cremer
Traduttore: V. Fazio
Editore: DeAgostini
Prima edizione italiana: 22 settembre 2011
Prima edizione: Philomel - 19 ottobre 2010
Pagine: 464
Prezzo: Rilegato - € 16,90
Link d'acquisto

Ho appena finito di leggere questo libro e la mia espressione quando sono arrivata all’ultima pagina era da foto. Sì, perché come quasi tutti i libri che ormai vengono pubblicati, anche questo ha una conclusione illusoria, o meglio non ha conclusione. Ma partiamo dall’inizio. Ci troviamo a Vail, un paesino americano attorniato dai boschi che nasconde un segreto: due branchi di Guardiani, ovvero uomini dalla doppia natura di lupi, che servono fedelmente i Custodi, stregoni dai poteri inquietanti. Calla è l’Alfa del suo branco, i giovani Guardiani Nightshade che frequentano il liceo, e presto dovrà unirsi in sposa a Ren, l’Alfa del secondo branco della zona, i Bane. Entrambi sono a capo di un gruppo di giovani lupi e la loro unione darà vita a un terzo branco, col compito di proteggere i luoghi sacri dalle mire degli sfuggenti Cercatori.
Tutto si complica con l’entrata in scena di Shay, un ragazzo apparentemente umano a cui Calla salva per caso la vita. Il rapporto tra i due è incendiario fin dall’inizio e non ci vuole molto perché l’alfa dei Nightshade si trovi a camminare sul pericoloso cammino dell’indecisione tra i due ragazzi.
Se come la nostra Angharad non apprezzate i triangoli, allora sarete molto delusi, perché l’intera trama si svolge con il contrasto tra Shay e Ren, e con le conseguenze che comporterebbe per Calla scegliere uno piuttosto dell’altro. Perché lei è stata promessa a Ren fin da quando era in fasce. Come quella dei suoi genitori e dei Guardiani prima di lei, la sua unione è stata decisa dai Custodi e Calla è divisa tra l’obbedienza e la ribellione. All’aspetto romantico, però, si mescolano diversi misteri e incongruenze. Shay trova un libro che parla dei Guardiani, un libro proibito, e convince Calla a leggerlo. Le scoperte che questa lettura svelerà potrebbero essere la causa della loro fine.
La cosa che ho apprezzato di più sono le scene d’azione, che non mancano in tutto il libro, e soprattutto il lento evolversi degli eventi che porta a scoperte molto interessanti. Parte del finale era prevedibile, almeno a mio parere. C’erano tutte le premesse per capire cosa stava per succedere e infatti quando ho avuto la conferma di aver indovinato sono stata quasi delusa, perché non c’è stata sorpresa. Però l’azione e gli eventi che concludono il libro sono ben scritti e ho letto le ultime pagine col cuore in gola. Salvo arrivare alla fine e dovermi trattenere dal lanciare il libro fuori dalla finestra.
Malgrado l’originalità della storia, che mescola elementi noti come i lupi mannari ad altri più inconsueti, il finale troncato di netto è sicuramente un punto a sfavore.
La trama intrigante e i personaggi resi molto accuratamente hanno reso questo libro uno dei migliori che abbia letto su questi argomenti; per questo un capitolo in più per dare una degna conclusione sarebbe stato necessario!
Da poco è uscito il secondo libro della serie, ma a questo punto credo che aspetterò che esca almeno il terzo prima di intraprenderne la lettura. Non sopporterei di essere di nuovo lasciata a bocca asciutta dopo aver divorato le ultime pagine col cuore in gola.

Il mio voto

4 specchi

I libri della serie:
Shadow Days (Nightshade #0.5) - Inedito in Italia
Nightshade (Nightshade #1)
Wolfsbane (Nightshade #2)
Treachery (Nightshade #2.5) - Inedito in Italia
Bloodrose (Nightshade #3)
Aftermath (Nightshade #3.5) - Inedito in Italia

Alaisse
Questa recensione partecipa a Hogwarts Reading Challenge.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.