martedì 18 dicembre 2012

Be a dramaholic

Secret Garden

I drama coreani sono stati una recente scoperta e si è scatenata una vera e propria caccia sul web alle puntate e ai sottotitoli perché, ahimé, il coreano non lo so (ancora…)! Anche Amaranth fa da segugio, mentre Alaisse si limita a fare da supporto morale per poi usufruire del bottino. Ormai possiamo considerarci dramaholic, oltre che bookaholic.
Il lato positivo è che non è dispendioso, dato che ci nutriamo attraverso internet, tuttavia è deleterio per lo studio, ma tant’è! Ormai non ci ferma più nessuno.
Perciò ho deciso di parlarvi di quello che è il mio drama preferito: Secret Garden.


Kim Joo Won è il presidente di un importante centro commerciale, di buona famiglia, piuttosto arrogante e talvolta anche infantile (memorabili le scene con le sue tutine!). Per un caso del destino incontrerà Gil Ra Im, una stuntwoman, e se ne vedranno delle belle!
Soprattutto visto che ad un certo punto i due si…scambieranno i corpi! Non mancheranno scene divertentissime e gli attori hanno dato il meglio di sé nell’interpretare questo scambio. In particolare Hyun Bin, ovvero Kim Joo Won, è davvero bravissimo ad assumere gli atteggiamenti di Ra Im (ed è anche un bel tipo, il che non guasta!).
Ad accompagnare le loro vicende, vi è anche la storia tra Oska, il cugino di Joo Won e cantante la cui fama si è un po’ eclissata, e Yoon Seul, giovane regista e vecchia fiamma di Oska.
Attorno a tutti loro ruotano dei personaggi secondari, alcuni daranno vita a molte scene esilaranti, altri invece vorrete ucciderli dopo lunghe torture (come la mamma di Kim Joo Won, per esempio).

Sono 20 episodi divertenti, intensi e anche commoventi; si passa dal ridacchiare senza contegno, all’inveire contro la stupidità dei personaggi. Per poi finire a piangere senza freno.. io stessa nel guardare le ultime puntate ho versato fiumi di lacrime e quando è stato il momento di Amaranth l’ho avvertita di rifornirsi di fazzoletti. Risultato: si è guardata la puntata mentre le passavo i fazzoletti sul treno al ritorno dalle vacanze.
Inoltre è accompagnato da una colonna sonora splendida! Ogni momento ha una canzone che sembra cucita proprio per la scena in cui viene inserita.
Sono innamorata di tutto il drama, dalla trama, agli attori, alle musiche. È perfetto e si conclude in maniera più che soddisfacente.
Una tendenza che ho visto nei telefilm occidentali è di portare avanti gli episodi all’infinito e solo perché la serie ha avuto successo. Invece, nei drama viene portato avanti un progetto, vi sono un inizio e una fine, senza ma e senza se, ed è un aspetto che apprezzo molto.
Lo so, sono partita in un elogio dei drama… ma che ci posso fare? Mi hanno conquistata! Fidatevi, Secret Garden merita moltissimo! Il difficile è abituarsi a guardare mentre si leggono i sottotitoli, una volta superato quello scoglio il gioco è fatto!

How much longer
Do I have to just look at you alone
This love like the wind
This worthless love
If I keep trying will it make you fall in love with me

Angharad

4 commenti:

  1. Angharad sei davvero la fatina dei drama! *_* Mi avevi già convinto, ma dopo aver letto questo post faccio fatica ad aspettare domani (sta sera ho già una serie di appuntamenti con degli anime e non posso proprio rimandare) DEVO assolutamente vederlo!!!!! *___* *___* *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yay! :3 Sono molto contenta! *svolazza felice e sparge polvere di drama*

      Elimina
    2. Volevo passare domani ma non ho resistito! :P Ho visto la prima puntata e...*_______________________________* Non so se ringraziarti per il consiglio o essere arrabbiata perché mi hai appena dato una nuova dipendenza! :P

      Elimina
    3. Yay, ho creato un'altra dramaholic! :3
      Puoi fare entrambe le cose! Mi prendo le mie respons... ehm, meriti. :P
      Se ti è già piaciuta la prima puntata... adorerai il drama! *^*


      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.