sabato 30 giugno 2012

Delirio di una notte di mezza estate

David Safier
copertina di delirio di una notte di mezza estate di David Safier

Titolo: Delirio di una notte di mezza estate
Titolo originale: Plötzlich Shakespeare
Autore: David Safier
Traduttore: L. Bortot
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione italiana: 1 gennaio 2011
Prima edizione: Kindler-Verlag, 2010
Pagine: 275
Prezzo: Rilegato – € 18,90; brossura - € 8,90
Link d'acquisto


Rosa non ama la sua vita, detesta il suo lavoro e il suo grande amore si sta per sposare…con un’altra. E per questo, dopo aver assistito all’esibizione di un mago che proclama di poter far viaggiare le anime nelle vite passate, pensa che forse lui potrebbe risolvere tutti i suoi problemi.
Così dopo una seduta di ipnosi si risveglia in una delle vite della sua anima, in particolare scopre che nel XVI secolo lei non era altri che William Shakespeare!
Inizia una convivenza alquanto insolita. Sì, perché il più famoso drammaturgo inglese è ancora presente e decisamente poco contento che il suo corpo sia guidato da una donna.
Il titolo rende già quello che è il romanzo: un delirio…di risate!
Sono davvero esilaranti i dialoghi fra i due e le avventure a cui andranno incontro non saranno da meno. Ne cito una soltanto: nella ricerca di un bagno Rosa/Shakespeare si ritroverà davanti alla sovrana Elisabetta seduta poco regalmente su una versione più antica di water.
Ci saranno molte vicende che strapperanno altre risate.
Tuttavia, il viaggio di Rosa non è fine a se stesso; infatti, per poter tornare alla sua vita deve rispondere ad un quesito fondamentale: Cos’è il vero amore?
Rosa scoprirà che l’amore si presenta sotto molteplici forme, nessuna meno importante delle altre. Mentre è alla ricerca della risposta, si ritroverà anche ad aiutare Shakespeare, perché in fondo entrambi avevano bisogno di questa convivenza per risolvere i nodi delle loro vite.
Viene raccontata la storia di due anime, di quello che è l’Amore e al di là del divertimento che mi ha procurato, mi è piaciuto anche per il messaggio che l’autore ha voluto trasmettere, semplice e vero.
È il primo romanzo di Safier che leggo e devo dire con sincerità che avevo altre aspettative, nonostante ciò non sono rimasta delusa, l’ho trovato molto originale ed è stata una lettura piacevole e divertente. Ho chiuso un libro con un sorriso felice e soddisfatto. Sicuramente proverò gli altri romanzi.

Il mio voto

3 specchi e mezzo

Angharad

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.