sabato 5 maggio 2012

Vogliamo i libri!

Concentrata e determinata. Lo shopping è una battaglia: bisogna essere metodici. In pochi minuti le mie braccia sorreggono pile di vestiti da provare: pantaloni, magliette, vestiti, gonne. Nell’euforia della spesa compulsiva e sotto il peso della ondeggiante torre multicolor, ho smesso di camminare optando per un’andatura barcollante. Proprio mentre sto lottando per raggiungere i camerini di prova, mi fermo incredula di quanto ho sentito.
«Mamma, ma noi vogliamo i libri!» strillano all’unisono due bambini. Il più grande avrà 10 anni e il piccolo 7.
«Ho capito bene?» bisbiglio a mia sorella.

Sorpresa quanto me, annuisce.
I giovani lettori ribadiscono il loro desiderio quasi frignando. Non amo i capricci dei bambini, ma questa volta appoggio la loro causa: vogliono dei libri! L-I-B-R-I! Non la solita play-station o quello che è. Libri!
Sono commossa. Sono cresciuta a pane e libri e sono sana (sì, be’, spesso lo sono). Oggi mi capita di sentire ragazzi che si vantano di non aver mai letto un libro, mamme che sostengono che leggere faccia male alla vista o sia inutile. Ognuna di queste affermazioni è una sfilettata, una spinta verso la deriva. Con tutto il cuore spero che quella mamma abbia accontentato i suoi bambini perché, fidatevi, se amate qualcuno, un libro è il miglior dono che potete fargli. E non vi preoccupate se vostro figlio o vostra nipote legge tanto e a Natale, al compleanno chiede solo montagne di libri; lasciate che legga, sostenetelo: crescere con i libri è meraviglioso.

Amaranth

2 commenti:

  1. Oh, ma che tesori!! *__*
    Una volta mi è capitato di curiosare la vetrina di una libreria. (Be', più di una volta xD) Passano i genitori con un bambino che anche lui avrà avuto 7 anni. All'inizio non ci faccio molto caso, ma ad un certo punto il bambino si ferma e comincia a rovistare nel piccolo stand fuori e io, felicissima, me la rido sotto i baffi. A interrompere il momento idilliaco ci pensa la madre che, più avanti strilla: "Be'? Perché vi siete fermati? Andiamo!"
    "Ma mamma! Io voglio comprare un libro, voglio un libro!"
    E quando la madre ribatte inorridisco: "Uffa, ma cosa ci dovrai fare poi con questi libri! A che ti servono? Su, andiamo!"
    E il bambino allora implora il padre che però, evidentemente succube della streg.. ehm, volevo dire donna, gli dice che magari gliene comprerà uno la prossima volta.

    Ti giuro che in quel momento, oltre ad uccidere la madre, sarei corsa dentro a comprargli un libro e gliel'avrei regalato. Di fronte ad un piccolo lettore che reclama una libro mi si intenerisce il cuore e rinuncerei ad un personale acquisto pur di renderlo felice con un libro <3
    Meno male che ci sono ancora bambini che hanno voglia di sognare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, no! Scene del genere fanno veramente male al cuore...e istigano alla violenza. Tanta. è_é
      Ormai se ne sentono e vedono di tutti i colori, ignorando che i libri sono uno degli strumenti più potenti, uno dei più grandi amici che un bambino può avere: fanno crescere, crescono con te, ti fanno compagnia, sono il rifugio più sicuro e aprono la mente.
      I piccoli lettori vanno sostenuti, sempre! ♥

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.