lunedì 29 ottobre 2018

Books'n'Roll #187

Novità in libreria

Suonerà strano ma quasi un mese mi preparo alla fine di ottobre e ho pensato che non ci fosse modo migliore per salutarlo che parlare di alcune nuove pubblicazioni. Sono libri tra loro molto diversi, ma mi hanno tutti colpito: vorrei sapere cosa ne pensate.
Vi lascio a scoprirli e intanto inforno i miei biscotti.


◎ Prossimamente in libreria ◎

Il Wendigo è una creatura mitologica che caccia e divora gli uomini per soddisfare un insaziabile appetito. La sua leggenda si è diffusa grazie al racconto di Algernon Blackwood, che Adiaphora Edizioni propone in una nuova veste con testo originale a fronte.

copertina Wendigo Blackwood

Titolo: Wendigo
Titolo: The Wendigo
Autore: Algernon Blackwood
Traduttore: Matteo Zapparelli Olivetti
Editore: Adiaphora Edizioni - 31 ottobre 2018
Prima edizione italiana: in Maghi e magia, Edizioni Mediterranee - 1977
Prima edizione: in The Lost Valley and Other Stories, Eveleigh Nash- 1910
Pagine: 180
Prezzo: cartaceo - € 14,00; ebook - € 1,99
Link d'acquisto

Nelle regioni selvagge dell’Ontario nordoccidentale, il giovane studente di teologia Simpson e lo zio, il dottor Cathcart, sono impegnati in una battuta di caccia all’alce in compagnia di Hank e del franco-canadese Joseph Défago, loro guide. La spedizione si divide in due gruppi: Cathcart procede al fianco di Hank, mentre Défago conduce Simpson a bordo di una canoa nell’esplorazione di un vasto territorio inviolato. Appena accampatisi, Défago è allarmato da uno strano e spaventoso odore portato dal vento e, nel pieno della notte, i suoi lamenti svegliano Simpson: la guida è rannicchiata tra le coperte in preda all’angosciante terrore di una presenza in agguato nella foresta. Défago fugge nelle tenebre, costringendo Simpson a un inseguimento tra oscuri alberi e sentieri impervi. Seguendo le tracce sulla neve per miglia, il giovane nota che altre orme si sono aggiunte a quelle di Défago: più grandi, inquietanti, e non sembrano appartenere a un essere umano… In quelle foreste glaciali una blasfema creatura ha dato inizio a una caccia spietata.

◎ Prossimamente in libreria ◎

Avevo conosciuto la storia Ahmad Joudeh seguendo il programma televisivo Danza con me di Roberto Bolle, autore tra l'altro della prefazione del libro: mi aveva emozionata. Forse proprio per questo mi ha colpito la notizia della pubblicazione dell'autobiografia di Joudeh: una storia che credo meriti di essere conosciuta.

copertina Danza muori Joudeh

Titolo: Danza o muori
Autore: Ahmad Joudeh
Editore: DeAgostini - 6 novembre 2018
Pagine: 320
Prezzo: cartaceo - € 16,00; ebook - € 9,99
Link d'acquisto

Sono nato circondato dall’amore, ma poi mi sono trovato immerso nel buio. Finché non ho ritrovato la luce dentro di me: la danza.

È così che Ahmad Joudeh racconta la sua vita: la storia drammatica ed esemplare di chi, fin da giovanissimo, si è trovato a lottare contro tutto e tutti pur di coronare il suo sogno.
Dopo un’infanzia felice vissuta a Yarmouk, in Siria, la scoperta di una crescente passione per la danza è un richiamo a cui Ahmad sente di non potersi sottrarre. Ma non è semplice diventare un ballerino se vivi in una delle periferie più difficili di Damasco, e se tuo padre si oppone categoricamente a tutto ciò che non ritiene abbastanza “virile” e tradizionale per i suoi figli maschi. Iniziano così anni cupi, fatti di fughe per correre di nascosto ai corsi di danza, di momenti di solitudine e di litigi tremendi che degenerano nella violenza fisica. E poi, la straziante guerra civile, che fa sprofondare nel buio un paese intero. Ma la vocazione di Ahmad per il ballo è una luce che nulla può spegnere: neanche i bombardamenti, neanche le minacce dei fondamentalisti, neanche il terrore. Non solo Ahmad continua a danzare, ma insegna a farlo ai bambini di Damasco. Ed è grazie alla danza e alla propria determinazione che Ahmad ha potuto cominciare una nuova vita in Europa, arrivando a realizzare il sogno di esibirsi in un passo a due con il suo idolo di sempre, Roberto Bolle.
Dopo aver superato, a nemmeno trent’anni, ostacoli inimmaginabili, Ahmad racconta per la prima volta la sua storia in questo libro lucido e toccante, pieno di forza e di speranza, che cattura il lettore e non lo lascia fino all’ultima parola.

Ahmad Joudeh è un danzatore e coreografo nato in Siria nel 1990. Durante la guerra civile si è trovato spesso in situazioni di pericolo mortale, ed è stato minacciato dagli estremisti a causa della sua attività di danzatore. Per ribadire la sua determinazione a continuare a ballare, si è tatuato la scritta “Danza o muori” sulla nuca. Grazie all’aiuto del Dutch National Ballet si è trasferito ad Amsterdam nel 2016, e ora lavora come artista in Europa e nel mondo.

◎ Prossimamente in libreria ◎

Tra le molte e interessanti pubblicazioni per bambini della DeAgostini, ho scelto di segnalare proprio Lucas dalle ali rosse perché ne è autrice Cecilia Randall. I libri per i giovani lettori proposti dalla casa editrice, però, sono molti e io vi consiglierei di dare un'occhiata al catalogo se avete in mente qualche regalo speciale.

copertina Lucas Cecilia Randall

Titolo: Lucas dalle ali rosse
Autore: Cecilia Randall
Editore: DeAgostini - 6 novembre 2018
Pagine: 128
Prezzo: cartaceo - € 15,00
Link d'acquisto

Lucas ha un sogno: da grande vuole costruire castelli imponenti come quello in cui suo padre militava come cavaliere. Ma dal giorno in cui l'uomo è stato accusato di tradimento ed è scomparso nel nulla, nessuno pronuncia più il suo nome e Lucas e la madre vivono ai margini del feudo. Ora il ragazzino ha otto anni e intende scoprire la verità. Perché di una cosa è certo: suo padre non è un traditore. Sotto mentite spoglie, Lucas riesce a ottenere un impiego al castello, ma la vita di corte è piena di segreti e sembra impossibile svelare che cosa sia successo realmente a suo padre... Per fortuna il ragazzo non è solo: ad aiutarlo nelle indagini c'è un gheppio. Una creatura magica che sembra capire ciò che Lucas dice e che forse conosce il Conte più di chiunque altro.

Questi sono libri tra loro molto diversi: c'è quello che fa al caso vostro?

Amaranth

2 commenti:

  1. Ciao Amaranth,
    Penso che quello che si avvicina di più ai miei gusti sia "Wendigo", che mi fa rabbrividire già solo dalla lettura della trama. Inoltre mi piace scoprire nuovi esseri soprannaturali e di questo non avevo mai sentito parlare. Rimane solo da vedere se lo stile di scrittura farà al caso mio, per il resto mi sembra perfetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Il tema è sicuramente affascinante: aspetto una tua opinione, se lo leggerai.

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥ Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento per farci sapere cosa pensi.


I dati che inserirai nel modulo saranno visibili insieme al tuo commento. Leggi l'informativa sulla privacy per saperne di più.