martedì 27 settembre 2016

Books'n'Roll #153

Le nostre wishlist si allungano, le TBR straripano e nuove uscite ci tentano: solo Books’n’Roll potrà aiutarci.
Questa rubrica è in cerca di consigli: diteci che cosa pensate dei libri su cui abbiamo posato gli occhi e si trovano o stanno per arrivare in libreria.



◎ In libreria ◎

Mendicanti, scheletri, fantasmi e dischi volanti contro i governanti corrotti: un intreccio tra farsa, realtà e fantasia in una fantasmagorica Calcutta.

Titolo: Gli ammutinati di Calcutta
Titolo originale:
Autore: Nabarun Bhattacharya
Traduttore: Carola Erika Lorea
Editore: Metropoli d'Asia
Prima edizione italiana: 22 settembre 2016
Prima edizione:
Pagine: 288
Prezzo: cartaceo - € 15,00
Link d'acquisto

Due gang rivali sul finire del XX secolo si scontrano e si incontrano in una fantasmagorica Calcutta. La prima gang è composta dagli iconici Fyataru, un gruppo di angeli punk dal retrogusto anarchico che vivono ai margini della società e combattono le disgustose ipocrisie di un sistema politico e burocratico stantio, malvagio e corrotto. Con i loro poteri sovrannaturali, fra cui spiccare il volo al solo pronunciare un cacofonico mantra e lanciare bombe di escrementi umani in testa ai ministri corrotti, i Fyataru mirano ad eliminare tutti gli “ismi” e tutti gli “scismi” che tormentano l’umanità urbana. La seconda gang è formata dai Choktor, una setta magica di stregoni tantrici. Seguendo i saggi consigli di un progenitore-sciamano nelle vesti di un uomo-corvo, le due gang si uniscono e danno vita ad un’insurrezione scoordinata e rivoluzionaria. Calcutta diventa l’improbabile campo di battaglia di una guerriglia diretta contro le forze del Governo a cui partecipano i poveri, gli scontenti, ma anche gli scheletri, i fantasmi e dischi volanti. La polizia è allo sbaraglio, e il Governo è costretto a proporre un trattato di pace con esiti misteriosi.

Nabarun Bhattacharya (Beherampore 1948 – Kolkata 2014) è lo scrittore e poeta più controverso e più amato fra le nuove generazioni urbane e fra le frange più liberali, progressiste e radicali del Bengala. Diventato famoso grazie al romanzo breve Herbert (1993), vincitore del prestigioso Sahitya Academy Award, la sua prematura scomparsa ha lasciato un immenso vuoto nel panorama contemporaneo degli intellettuali del Bengala; il regista Q (Love in India, Gandu, Tasher Desh) ha diretto un documentario dedicato alla vita, alle idee e alle creazioni di Nabarun Bhattacharya, che verrà presentato in anteprima in Italia a fine settembre in occasione dell'uscita del volume di Metropoli d'Asia.

◎ Oggi in libreria ◎

Libri per bambini o no, non vedo l'ora di leggere il capitolo conclusivo della trilogia de L'Accademia dei Supereoi di Simone Laudiero.

Titolo: L'ultimo volo della nave fantasma (L'Accademia dei Supereroi #3)
Autore: Simone Laudiero
Editore: Piemme
Prima edizione: 27 settembre 2016
Pagine: 336
Prezzo: cartaceo - € 16,00

La guerra tra la Repubblica e il Regno infuria. Grazie ai loro superpoteri, Nando e i suoi amici sono sfuggiti al Re ma sono stati congelati e, quando riaprono gli occhi, dopo tre anni di ibernazione, la situazione non è migliorata. Trovano rifugio nella base dei Cavalieri di Sabbia, un gruppo di ribelli che si nasconde nel deserto. Per eludere la sorveglianza e tornare a casa hanno una sola possibilità: trasformare la Siberia in una nave invisibile e fare rotta su Metropoli N. Non prima di un’ultima pericolosissima tappa, l’Accademia dei Supereroi.

Napoletano, scrittore e sceneggiatore, Simone Laudiero è fondatore e membro della Buoncostume, un gruppo di autori televisivi che ha firmato serie cult come Il Candidato e Camera Cafè.
Questa è la terza e ultima avventura de L’Accademia dei Supereroi, dopo L’Ombra della Chimera e L’inverno dei Cani Neri.

◎ In libreria ◎

Titolo: Sicilia Terra Bruciata
Autore: Vincenzo Maimone
Editore: Fratelli Frilli Editori
Prima edizione: 22 settembre 2016
Pagine: 272
Prezzo: cartaceo - € 12,90
Link d'acquisto
La sonnolente inerzia di Acireale è scossa da intimidazioni di stampo mafioso e da una serie inquietante di delitti. Un’anima nera si aggira tra i vicoli della cittadina barocca. Non era proprio questo lo scenario che il commissario Costante aveva sperato di ritrovare rientrando dalla sua forzata vacanza. Cosa alimenta questa spirale inarrestabile di violenza? E cosa c’entra in tutto questo il professor Serravalle? Un’indagine che non concede tregua. Perché tutto diventa estremamente complicato quando intorno hai soltanto terra bruciata.

Vincenzo Maimone (Messina, 1970) si è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Messina. È Ricercatore in Filosofia politica presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania. È autore di vari saggi e articoli su riviste scientifiche e della monografia La società incerta. Liberalismo, individui, istituzioni nell’era del pluralismo (Rubbettino, Soveria Mannelli 2002). Ha pubblicato tre romanzi, Un nuovo Inizio (Sampognaro e Pupi, 2009) selezionato come semifinalista al Premio Scerbanenco; L’ombra di Jago (Sampognaro e Pupi, 2011); La variabile Costante (Fratelli Frilli Editori, 2014), romanzo finalista al “Tolfa Gialli & Noir 2015” e vincitore del “Premio Romiti 2015 – Sezione Scrittori Emergenti”. È appassionato di cucina e ama andare in giro in sella alla sua Harley Davidson.

Non potevo accostare generi più diversi, ma mi incuriosiscono tutti.
E a voi?

Amaranth

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.