lunedì 11 gennaio 2016

Books'n'roll #110

Le nostre wishlist si allungano, le TBR straripano e nuove uscite ci tentano: solo Books’n’Roll potrà aiutarci.
Questa rubrica è in cerca di consigli: diteci che cosa pensate dei libri su cui abbiamo posato gli occhi e si trovano o stanno per arrivare in libreria.



◎ In libreria ◎

Titolo: La bambina numero otto
Titolo originale: Orphan Number 8
Autore: Kim van Alkemade
Editore: BOOKME
Prima edizione italiana: 4 gennaio 2016
Prima edizione: William Morrow - 7 luglio 2015
Pagine: 384
Prezzo: cartaceo - € 16,90

New York. Anni Cinquanta.
Per Rachel, infermiera dalla vita refolare e solitaria, il passato è un buco nero dal quale è riuscita a fuggire per miracolo. Quando però incontra Mildred Solomon, anziana paziente senza più speranze di guarigione, d'un tratto qualcosa nel suo subconscio si slaccia, i ricordi rimossi tornano a galla, prendono il sopravvento. Perché Rachel e la Dottoressa Solomon, come vuole essere chiamata, si sono già conosciute tanto tempo fa, quando Rachel non era ancora Rachel, ma solo la bambina numero otto, un'orfana di pochi anni affidata a un istituto nel Lower East Side di Manhattan. Ma chi è veramente la Dottoressa Solomon?
La madre surrogata che si prendeva cura degli sfortunati orfani - unico raggio di luce nella tormentata esistenza della piccola Rachel - o una donna fredda e cinica, votata alle proprie ambizioni e pronta a tutto nel nome della scienza?
Solo chiamando a raccolta i fantasmi della memoria Rachel potrà trovare le risposte di cui ha bisogno, e diventare finalmente padrona del proprio destino. Kim van Alkemade prende spunto da gatti realmente accaduti per mettere in scena un dramma incalzante sui temi dell'abbandono, del tradimento e del riscatto. Creando, nella figura di Rachel, un'indimenticabile eroina in bilico tra luce e ombra, tra vendetta e perdono.


Kim van Alkemade è nata a New York. È professoressa di scrittura presso l'Università della Pennsylvania.La bambina numero otto è il suo primo romanzo.

◎ Prossimamente in libreria ◎

Titolo: Le avventure di Jacques Papier. Storia vera di un amico immaginario
Titolo originale: Confessions of an Imaginary Friend: A Memoir by Jacques Papier
Autore: Michelle Cuevas
Editore: DeAgostini
Prima edizione italiana: 19 gennaio 2016
Prima edizione: Dial Books - 8 settembre 2015
Pagine: 192
Prezzo: cartaceo - € 12,90; ebook - € 5,99

Da un po' di tempo a questa parte, il piccolo Jacques Papier ha il terribile sospetto che tutti, ad eccezione di sua sorella Fleur, lo odino. Altrimenti perché i professori si ostinano a ignorarlo quando lui alza la mano, in classe? Perché i suoi compagni non lo scelgono mai nella loro squadra? E perché sua sorella è ogni volta costretta a ricordare a mamma e papà di aggiungere un posto a tavola anche per lui, a cena?
Ma la verità sarà ancora più sconvolgente: il piccolo Jacques, infatti, non è che l'amico immaginario di Fleur! E quando lui stesso chiederà alla sorellina di recidere i fili della fantasia che li legano, per lui inizierà un travolgente, poetico - a tratti esilarante - viaggio alla ricerca di se stesso. Chi è veramente Jacques Papier? Qual è il suo posto nel mondo?
Un racconto che ha l'incanto delle cose fragili e preziose; una storia che ci apre gli occhi su ciò che molto spesso resta invisibile agli sguardi frettolosi e che ci regala una nuova prospettiva sui piccoli, sorprendenti risvolti della vita di tutti i giorni.

Michelle Cuevas è nata nel Massachussetts e si è laureata in scrittura creativa presso la University of Virginia. Quando non scrive, adora dipingere o fare birdwatching. Se dovesse scegliere un altro lavoro rispetto a quello dell'autrice di libri, farebbe la paleontologa.

◎ Prossimamente in libreria ◎

Titolo: Nella botte piccola ci sta il vino cattivo
Autore: Diego Tonini
Editore: Nativi Digitale
Prima edizione: 13 gennaio 2016
Pagine: 170
Prezzo: ebook - € 2,99

Non è una delle migliori giornate per Vince Carpenter: dopo aver perso tutti i soldi presi in prestito dal ganster Frankie Codadiporco in una scommessa disastrosa alle corse dei cani, il misero investigatore privato si risveglia in prigione, in pieno doposbronza. Ma ogni tanto la sorte gira bene anche per Carpenter: dopo tanto tempo un cliente, che paga in anticipo per giunta. C'è poco da stare allegri, però; quando inizia a investigare sugli scontri tra le gang Lil' Boyz e Flamingos, Vince non ha ancora la più pallida idea dei guai in cui si sta cacciando…
Sgherri poco raccomandabili, poliziotti ficcanaso, assistenti compassionevoli, associazioni strampalate, whiskey di pessima qualità e una sigaretta accesa dopo l'altra ci faranno compagnia in "Nella botte piccola ci sta il vino cattivo", hard-boiled surreale nato dalla fantasia di Diego Tonini. Sullo sfondo, la classica metropoli americana in mano al crimine e alla gentaglia, ma le tinte fosche e il tono apparentemente serio celano tutta una serie di situazioni paradossali, che regaleranno più di una risata tra un colpo di scena e l'altro.

Diego Tonini da piccolo era biondo come un angioletto, anche se sua mamma gli ha sempre detto che l'anno in cui nacque, il 1978, morirono due papi, e forse è per quello che oscilla da sempre tra euforia e disperazione.
Gli piace definirsi uno Scienziato, anche se i suoi interessi spaziano dalla chimica alla letteratura, dalla fisica all'arte e alla fotografia. Scrive perché crede di essere un genio incompreso, ama l'(auto)ironia tagliente come un coltello e lo humor nero, perché crede che siano una dimostrazione di intelligenza.
Attualmente vive a Treviso con Valentina, pittrice, il loro bimbo di due anni, Michelangelo e una cagnolina triste di nome Zelda.
Dopo qualche esperienza in concorsi letterari, pubblica il suo primo racconto, L'ultimo Eroe con Gainsworth publishing nel 2014, seguito l'anno successivo da L'Antro del Drago.
Nativi Digitali segna il suo esordio sulla lunghezza piena, con il romanzo Hard Boiled surreale Nella botte piccola ci sta il vino cattivo.
Link per l'acquisto: Nativi Digitali Edizioni

◎ In libreria ◎

Titolo: Ancora e mai più (nelle mutande)
Autore: Andrea Pistoia
Editore: selfpublished
Prima edizione:
Prima edizione:
Pagine: 206
Prezzo: ebook - € 2,99; cartaceo - € 12,75
Sito ufficiale dell'autore
Contatto facebook
Pagina facebook del libro

Può un amore tradito dare il colpo di grazia a tutto ciò che di buono c'è in Edmondo, spingendolo a manifestare il suo lato più irriverente e cinico? Naturale, dato che in certe situazioni si può solo soccombere o reagire. Ma da un ventitreenne che si fa soprannominare Mondo, che vacilla continuamente tra il complesso di Edipo e quello di Rocco Siffredi e che possiede un ego smisurato, con istinti di onnipotenza e quel cinismo che piace, non ci si può aspettare di certo la resa.
D'altro canto, resta sempre un ragazzo gettato nella fossa delle leonesse milanesi. E allora, cosa può fare se non chiedere aiuto ai suoi sempre-ingrifati amici e al suo datore di lavoro (un latin lover fatto e finito) e gettarsi in mirabolanti avventure notturne nella Milano modaiola, sperando non di uscire vincitore ma almeno di sopravvivere dignitosamente alla notte e di trovare un po' di felicità 'sottocoperta'?
Ma è a tutti gli effetti una "mission impossible", tra ragazze snob, insicure o mentalmente instabili e seduttori più agguerriti e implacabili di lui.
Trascinato dagli eventi, il protagonista alterna momenti di cinismo acuto ad inaspettata sensibilità, comicità da scaricatore di porto ad intelligenza arguta. Ma non possiamo neanche fargliene una colpa; è semplicemente un ragazzo immischiato negli ingranaggi della vita. In un susseguirsi di episodi esilaranti, amici spassosi e dialoghi sopra le righe, ci si accorge di come questa storia sia, in fondo, la vita di tentativi di distinguersi dalla massa, di sogni da mantenere sempre vivi e di seduzione 'take-away' così attuali e realistici da indurre ogni lettore a rispecchiarsi nel protagonista e a rivivere quelle vittorie e sconfitte che l'hanno reso l'uomo di oggi.

Andrea Pistoia nasce a Vigevano nel 1976. Attraversa l'infanzia inventando storie avventurose con i suoi robot come protagonisti. A dodici anni scoppia l'amore per la letteratura; inarrestabile e senza fare superstiti, passa dal fantasy all'horror alla narrativa ai libri di filosofia e psicologia. Dopo il servizio militare, si getta nella sua prima esperienza da scrittore. Negli anni a venire porta avanti svariati progetti in veste di sceneggiatore, giornalista, recensore e blogger. Negli ultimi tempi è direttore di una fanzine online. Nella primavera 2015 conclude il suo primo libro: Ancora e mai più (nelle mutande).

◎ In libreria ◎

Titolo: Il Risveglio di Fahryon - parte seconda de Il Suono Sacro di Arjiam
Autore: Daniela Lojarro
Editore: GDS editrice
Prima edizione: dicembre 2015
Pagine: 314
Prezzo: ebook -€ 2,49

Fahryon, neofita dell’Ordine dell’Uroburo, fugge dalla capitale del regno di Arjiam insieme ad Uszrany, cavaliere dell’Ordine del Grifo, per evitare di cadere nelle mani del potente nobile Primo Cavaliere del regno, il nobile Mazdraan, segretamente adepto della Malia, l’insidiosa magia legata al Silenzio e al Vuoto. Tuttavia, durante la precipitosa fuga, il nobile Mazdraan cattura Uszrany; Fahryon, invece, è tratta in salvo da Vehltur, un misterioso Magh. Mentre Uszrany, prigioniero del nobile Mazdraan, scopre sconcertanti segreti sulla storia del regno e impara a convivere con i fantasmi del suo passato, Fahryon, sotto la guida di Vehltur, inizia il cammino iniziatico che, prova dopo prova, la prepara al confronto con il suo avversario, il nobile Mazdraan.

Daniela Lojarro è nata a Torino. Terminati gli studi classici e musicali (canto e pianoforte), vince alcuni concorsi internazionali di canto che le aprono le porte fin da giovanissima a una carriera internazionale sui più prestigiosi palcoscenici in Europa, negli U.S.A., in Sud Corea, in Sud Africa nei ruoli di Lucia di Lammermoor, Gilda in Rigoletto e Violetta in Traviata.
Si dedica anche all’insegnamento del canto e alla musico-terapia come terapista in audio-fonologia, una rieducazione della voce e dell’ascolto rivolta ad adulti o bambini con difficoltà nello sviluppo della lingua oppure ad attori, cantanti, commentatori televisivi, insegnanti, manager per sviluppare le potenzialità vocali.
Fahryon parte prima della saga Il Suono Sacro di Arjiam, edito da GDS, è il suo primo romanzo.

Che ne pensate? Fanno per voi questi libri?

Amaranth

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.