lunedì 23 febbraio 2015

Books'n'roll #57

Buon lunedì, Bellissimi! Negli ultimi tempi non sono molto presente e me ne dispiaccio, ma evidentemente ho bisogno di ritagliarmi più tempo per me e per questo ho rallentato un po' i ritmi sul blog.
So che lo potete capire, ma per carattere sono molto ligia al dovere e sapere di essere venuta meno a un impegno mi infastidisce in prima persona. Ora, però, guardiamo un po' quali novità ci aspettano nel prossimo mese e non solo.

Le nostre wishlist si allungano, le TBR straripano e nuove uscite ci tentano: solo Books’n’Roll potrà aiutarci.
Questa rubrica è in cerca di consigli: diteci che cosa pensate dei libri su cui abbiamo posato gli occhi e si trovano o stanno per arrivare in libreria.



ϟ Dalla mia wishlist ϟ

Dopo Legend e Prodigy ero davvero impaziente, ma i mesi sono passati senza notizie del seguito e ho perso un po' le speranze. Ora, però, posso festeggiare con voi perché sta per arrivare Champion!

Titolo:Champion
Titolo originale: Champion
Autore: Marie Lu
Traduttore: Giorgio Salvi
Editore: Piemme
Prima edizione italiana:> 17 marzo 2015
Prima edizione: Random House - 2 settembre 2014
Pagine: 336
Prezzo: Rilegato - € 16,90

June e Day hanno rinunciato all’amore che provavano l’una per l’altro per il bene della Repubblica. June è tornata nelle grazie dell’élite, mentre Day ha raggiunto i vertici della gerarchia militare. Ma, per il bene della Repubblica, sono chiamati di nuovo a lavorare fianco a fianco. June dovrà chiedere all’unica persona che ama di sacrificare tutto quello a cui tiene per salvare migliaia di vite sconosciute. Fra colpi di scena e suspense, la trilogia distopica ambientata in un’America divisa fra Colonie e Repubblica arriva al suo gran finale.

Ripiombiamo nel nostro silenzio rischiarato dalla luna. Non posso fare a meno di ricordare l’ultima volta che siamo stati insieme nella stessa stanza, quando le sue mani accarezzavano la mia faccia, le sue lacrime ricadevano sulle mie guance. Ricordo il modo in cui ha sussurrato mi dispiace a un soffio dalle mie labbra. Poi Day all’improvviso si piega verso di me, come attirato da una forza invincibile. Il tragico appello sul suo volto mi annoda lo stomaco. Ti prego non chiedermi questo, sembrano implorare i suoi occhi. Ti prego, non chiedermi di rinunciare a mio fratello. Farei qualsiasi altra cosa per te. Ma non questo.

◎ In libreria ◎

Titolo: Nella testa di una Jihadista: Un'inchiesta shock sui meccanismi di reclutamento dello Stato islamico
Titolo originale: Dans la peau d'une djihadiste
Autore: Anna Erelle
Traduttori: Guia Pepe, Elena Sacchini
Editore: Tre60
Prima edizione italiana: 5 febbraio 2015
Prima edizione: Robert Laffont - 8 gennaio 2015
Pagine: 260
Prezzo: flessibile - € 14,00

Anna Erelle è giornalista francese specializzata in terrorismo. Spinta dal desiderio di comprendere il fenomeno dei giovani occidentali che si arruolano nelle file dell'ISIS, si crea un falso profilo Facebook, con il nome di Mélodie, e finge di essere una ventenne francese convertita all'Islam e interessata ad abbracciare la Jihad.
Su Facebook conosce Bilel, trentacinquenne francese convertito all’Islam e trasferitosi in Siria, che in seguito scoprirà essere il braccio destro del terrorista iracheno più ricercato dall'FBI, Abou Bakr al-Baghdadi. Nel giro di qualche settimana Bilel, dopo aver chattato ogni giorno con Mélodie su Skype (lei ha sempre il volto coperto dal velo), se ne innamora e le chiede di raggiungerlo in Siria per sposarlo e unirsi a lui nella lotta armata.
Anna/Mélodie finge di accettare la richiesta di Bilel e parte per Amsterdam insieme a un collega fotografo. Dovrà poi andare a Istanbul e quindi in Siria. In realtà vuole arrivare ad Amsterdam per intervistare Lola, una giovane belga veramente convertita e in partenza per la Siria, poi andare al confine con la Siria per raccogliere informazioni sul luogo, e infine tornare in Francia per concludere il reportage. Ma non tutto va come previsto e Anna/Mélodie è costretta a tornare a Parigi. Cancella il suo account Facebook e getta i telefoni cellulari che aveva dato a Bilel. Eppure riceve non solo minacce sul suo account Skype ma anche una telefonata in ufficio da Bilel, segno che è comunque riuscito a rintracciarla.


Anna Erelle è uno pseudonimo. A distanza di alcuni mesi dall'ultimo contatto con Bilel, l'autrice ha dovuto cambiare casa, telefono e vive sotto scorta.
Bilel ha lanciato una fatwa contro di lei pubblicando un video su internet. Sono circolate voci sulla morte del terrorista in un'imboscata, ma non sono attendibili.

Cosa ne pensate dell'inchiesta di Anna Erelle?
Aspettate anche voi Champion?

Amaranth

2 commenti:

  1. Champion l'ho letto da poco e devo dire che mi è piaciuto :) Con l'inizio di questa serie avevo avuto qualche problemino ma alla fine l'ho promossa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto che ti era piaciuto, passando un po' velocemente sul tuo blog: non hai idea di che bella notizia sia stata per me :3
      p.s. Presto tornerò a farti visita, promesso ♥

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.