giovedì 14 novembre 2013

Il cantastorie #3

È tornato a trovarci il Cantastorie. Con quali romanzi ci intratterrà questa volta? Se siete pronti a scoprirlo, accomodatevi.





Titolo: Due vite possono bastare
Autore: Grazia Gironella
Editore: IoScrittore
Prima edizione: luglio 2013
Pagine: 264
Dimensioni: 434 KB
Prezzo: ePub - € 2,99

Dopo un grave incidente si dice spesso che l'importante è aver salvato la pelle. Ma come crederci davvero se nell'impatto si perde un dono prezioso come il proprio passato? Da qualche mese Goran è costretto a vivere un'esistenza che non riconosce più, come se gli avessero calzato addosso a forza un abito sformato, troppo lungo e troppo stretto al tempo stesso. E quel vuoto - che parenti e amici cercano di riempire con aneddoti e inevitabili aspettative - in realtà viene gradualmente occupato da visioni strane che provengono dal mondo della neve. Strane sì, ma non del tutto. Con il passare dei giorni, questo mondo gelido e sconosciuto a Goran comincia a sembrare più vero e tangibile di quello in cui vogliono incasellarlo. Come uscirne? Fingere non serve, meglio affrontare il mistero, con l'aiuto di un improbabile gruppo di fuggiaschi come lui.

Grazia Gironella è nata a Bologna il 9 maggio 1963. Dopo essersi diplomata presso l'Istituto Superiore per Interpreti e Traduttori e aver lavorato oltre vent'anni presso il locale aeroporto, si è trasferita con la famiglia a Pordenone, dove attualmente vive e si dedica a tempo pieno alla scrittura. A oggi ha pubblicato diversi racconti su antologie nate da concorsi letterari, il racconto lungo Tarja dei lupi (Tabula Fati, 2008), il manuale di scrittura Per scrivere bisogna sporcarsi le mani (Eremon Edizioni, 2011) e il romanzo Due vite possono bastare (IoScrittore, 2013 - ebook). Sul suo blog ScriverèVivere e nella sua pagina Facebook Per scrivere bisogna sporcarsi le mani cerca di dare una mano agli aspiranti scrittori.

Amanda adorava quando iniziava a piovere. A volte si svegliava e stava piovendo, a volte usciva di casa e stava piovendo, ma c’erano alcune volte in cui assisteva all’inizio della pioggia. Quelli erano momenti magici, forse perché lei stessa era come la pioggia. A volte restava quieta per mesi, a volte irrompeva come un acquazzone di primavera, a volte continuava persistente per giorni e giorni, a volte appena si faceva sentire.

Titolo: Le guardiane
Autore: Isa Thid
Editore: Damster
Prima edizione: 27 ottobre 2013
Pagine:155
Dimensioni: 566 KB
Prezzo: ebook - € 2,99

Amanda (in Arte Aradia Ishtar), capelli rossi e un baule pieno di spezie, libri e tarocchi comprati qui e là, nelle bancarelle dell’usato. Ha appena finito di arredare il suo nuovo appartamento nel centro di Torino ed è pronta a crollare sul divano, ma si accorge di una strana presenza: una creatura fatata sta bisticciando col suo gatto Nero.
Visto che è una ragazza pratica, Amanda lascia perdere le formule magiche e decide di affrontare la minaccia con un coltello da filetto. Miro, però, non ha intenzioni ostili. È solo un giovane elfo che si nasconde per sfuggire ai suoi nemici e ha nostalgia di casa, a cui non può tornare. Così Amanda e la sua amica Ersilia decidono di aiutarlo, senza sapere in che guaio si stiano cacciando. Si ritrovano a seguire Foghara Selene, l’ultima strega Guardiana, che risveglierà in loro il potere degli elementi.
Nel loro viaggio inaspettato Amanda ed Ersilia, Miro e Foghara si battono per la salvezza del popolo fatato, tra rituali pagani e folklore zingaresco.

Originaria della ridente Romagna, Isa Thid ha vissuto 27 anni dedicandosi alla filosofia e alla letteratura di genere (i suoi idoli letterari sono Tolkien e Philip Dick, anche se ultimamente ha scoperto Natsuo Kirino e legge avidamente tutti i suoi romanzi).
Nel 2008, in quel di Torino, si è laureata in filosofia con una tesi in semiotica del testo (Problematiche filosofiche nella narrativa fantascientifica), mentre nel 2011 ha conseguito la laurea specialistica in semiotica della cultura (L’incomunicabilità del concetto di morte nella società della comunicazione).
Il romanzo Le guardiane, urban fantasy dal tono scanzonato, è pubblicato in formato digitale da Damster edizioni.
Per Speechless magazine ha scritto l’articolo Six Feet Under e la sepoltura della morte “sei piedi sottoterra” e il racconto La masca (inserito nell’antologia I fuochi di Samhain). Su Fantasy Magazine Italia è uscito il racconto Gaby, la morte e la lavanda, mentre Ibrido ha vinto il concorso di Effemme ed è pubblicato sulla rivista (dalla stessa ispirazione è nato il romanzo Ibrido, attualmente in fase di revisione).
La spiaggia, racconto breve, è stato selezionato dalla Scuola di doppiaggio ODS come audiolettura e si può ascoltare sul sito odsweb. Il folletto e la bambina, invece, è inserito nell’antologia Ci sarà una volta, curata dall’Associazione Ombre per il Goethe Institut di Torino.

Che cosa ne pensate?

Amaranth

4 commenti:

  1. Le guardiane *-* lo avevo già adocchiato! mi ispira

    RispondiElimina
  2. Il primo ce l'ho da leggere, è in attesa, il secondo mi ispira molto...comunque due titoli interessanti ^-^
    p.s. adoro la nuova veste del blog ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per tutto, tesoro! Sono entrambi titoli che speriamo di leggere. =*

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.