lunedì 4 novembre 2013

Il cantastorie #2


Al cantastorie è bastato essere ospite delle Belle una sola volta per uscirne cambiato. Un paio di giorni fa, infatti, ci aveva fatto visita ed era stato da noi accolto con gioia. Forse troppa. Soprattutto quando ha nominato Jane Austen e Mr. Darcy.
Alaisse e io non siamo state abbastanza veloci, incantate anche noi dalle paroline magiche: Angharad è scattata come un fulmine, ha atterrato il cantastorie e poi ha preso a torchiarlo per sapere: «Dove? Dove sono?».
Il nostro cantastorie è rimasto un po' turbato, ma scommettiamo che si riprenderà presto. Infatti è già tornato per raccontarci di Darcy e di altri libri.

Di solito sono un po' diffidente verso questo genere letterario, ma Amanda Grange, l'autrice, è nota per le interpretazioni creative dei classici della letteratura, in particolare di quelli della Austen. Non contenta ho cercato anche qualche informazione e, nel generale entusiasmo che Il diario di Mr.Darcy sta suscitando, ho trovato la bella recensione della Janeite LizzyS.

Titolo: Il diario di Mr.Darcy. Orgoglio e pregiudizio: la versione di Darcy
Titolo originale: Darcy's Diary
Autore: Amanda Grange
Traduttore: Gabriella Parisi
Editore: Tre60
Prima edizione italiana: 17 ottobre 2013
Prima edizione: Robert Hale & Company – 31 agosto 2005
Pagine: 300
Prezzo: € 12,90

Fitzwilliam Darcy è l'eroe romantico che da duecento anni a questa parte continua a conquistare il cuore di milioni di lettrici in tutto il mondo. In questa coinvolgente e fedele rivisitazione di Orgoglio e pregiudizio, finalmente la storia di Darcy ed Elizabeth viene raccontata dal punto di vista di lui. Per la prima volta abbiamo accesso ai suoi pensieri e sentimenti più intimi, riversati nelle pagine del suo diario, e a tutti quei momenti e quelle situazioni a cui nell'originale si fa solo cenno. All'apparenza freddo e distaccato, Darcy in realtà ha un temperamento passionale: possiamo condividere la sua furia e la sua indignazione nello scoprire il proposito della sorella di fuggire con George Wickham, la sua buona fede nell'adoperarsi per separare l'amico Charles Bingley da Jane Bennet e il suo disgusto nel dover di nuovo aver a che fare con Wickham, che ora insidia proprio la famiglia Bennet. Ma, sopra ogni altra cosa, attraverso le parole di Darcy ripercorriamo la sua storia d'amore con Elizabeth in tutte le sue sfumature, dall'iniziale ostilità all'irresistibile attrazione, dal conflitto interiore fino all'indimenticabile lieto fine.

Cambiamo genere con un romanzo science fantasy illustrato, che ci porterà a spasso nel tempo (parte la sigla preferita dai whovians) e nello spazio.

Titolo: Gli Dei del Pozzo
Autore: Gianluca Turconi
Editore: Eterea Comics&Books
Prima edizione: 18 settembre 2013
Pagine: 520
Prezzo: ebook - € 4,99
Booktrailer
Alcune illustrazioni
I primi capitoli:MOBI; ePub; PDF

"Ama con gli occhi dell’anima, dimentica il tu, pensa come se fossi l’altro, e la distanza tra voi svanirà alla maniera della bruma in un mattino di sole."

Ancora Scott Herby - giovane statunitense che si sta perdendo in traffici di droga e armi, a cui si presta con la propria nave sulla rotta marittima del Cartello messicano del Golfo, da Belize City nello Yucatán alle Bahamas e alla Florida - non sa che quella frase, pronunciata da una sacerdotessa sassone agli inizi del IX secolo d.C., in una terra già sconvolta dalla violenza delle truppe franche di Carlo Magno impegnate nella conquista della Saxonia, cambierà per sempre il corso della sua vita e la storia dell'Umanità stessa, travolgendo la sua realtà, l'Emirato iberico di al-Andalus, il Regno franco e i possedimenti nordici di Sassoni, Danesi e Frisoni.
Amori, fedi e superstizioni, potenti sette religiose, interessi dinastici e le fragilità umane porteranno vigliacchi ed eroi, uomini del passato e del presente, vecchi e bambini a unire le forze per contrastare l'espansione del sovrannaturale Pozzo, insinuatosi nel mondo, e a confrontarsi con l'Intelligenza oscura che lo domina, mentre ciò che è stato si sgretola sotto il peso di ciò che avrebbe potuto essere.
I popoli pregano, il vero potere delle rune è liberato, gli Universi collidono, Tempo e Spazio si annullano in preparazione di una battaglia finale con il Destino, in dodici capitoli di azione e mistero, orrore e misticismo impreziositi dalle illustrazioni di Lorenzo Daddi che portano alla vita protagonisti e creature.

Gianluca Turconi, nato nel 1972, già più volte finalista al Premio Alien per la narrativa fantascientifica e vincitore della XIII Edizione del Premio Lovecraft per la narrativa fantastica, ha effettuato studi linguistici e giuridici, e attualmente vive e lavora in provincia di Monza e Brianza.
Da quasi un ventennio sostenitore del Software Libero, è stato uno dei fondatori del progetto di marketing internazionale, di documentazione e di localizzazione italiana della suite software Apache OpenOffice, nonché curatore del dizionario italiano utilizzato dai programmi software Google Chrome, Mozilla Firefox e Thunderbird.
Nell’ambito della narrativa fantastica e sportiva ha pubblicato per case editrici e riviste specializzate nazionali e straniere (Delos Books, Axxon, Graphe, DiSalvo, A3), ha rivestito il ruolo di editor per il romanzo «Figlio della schiera» di Giampietro Stocco (Chinaski) e di selezionatore e coordinatore della traduzione per l’antologia di narrativa fantascientifica in lingua spagnola “Schegge di futuro”.


Amaranth


2 commenti:

  1. Che carino il Cantastorie!!! In effetti, mi sembra un po' turbato :D povero...non sa che ormai è perduto e con voi tre dovrà diventare anche lui una fangirl!!! ;-)
    Mi piacciono entrambi i libri...anche io sono diffidente verso i romanzi che riprendono le storie di Jane Austen ma questo mi incuriosisce parecchio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piace? Pensa a come diventerà passando sempre più tempo con noi... ;)

      Elimina

Grazie per averci visitato ♥
Se ti è piaciuto, ma anche se non ti è piaciuto, quello che hai letto, lasciaci un tuo commento: per noi è importante conoscere la tua opinione. Leggerti è sempre un piacere.